Libero
TV PLAY

Smart TV Samsung: arrivano altri 10 canali gratis

Il gruppo Warner Bros. Discovery ha portato altri 10 canali sulla piattaforma di streaming gratuita Samsung TV Plus, che sfida sempre più la tradizionale TV trasmessa in Digitale Terrestre

samsung tv plus Fonte foto: Samsung

Si rafforza l’offerta “FAST” (Free Ad-Supported Streaming Television) di Samsung: il gruppo editoriale Warner Bros. Discovery ha annunciato, infatti, l’arrivo di ben 10 dei suoi canali sulla piattaforma gratuita con pubblicità disponibile su tutte le Smart TV recenti del colosso coreano.

Si tratta di canali gratuiti già disponibili tramite Digitale Terrestre, che ora vengono trasmessi anche tramite Internet all’interno del blocco dei canali riservati a Samsung TV Plus. E’ possibile raggiungere e guardare gli stessi canali anche tramite l’app di Samsung TV Plus, che è disponibile sia per le TV che per gli smartphone di Samsung.

Samsung TV Plus: i nuovi canali

In totale sono 10 i canali di Warner Bros. Discovery che entrano nella lista di quelli disponibili su Samsung TV Plus e che, per chi ha una TV Samsung, possono essere guardati anche senza copertura del segnale radio Digitale Terrestre.

I 10 canali sono quelli del gruppo americano maggiormente visti in Italia:

  • Nove
  • Real Time
  • DMAX
  • Motor Trend
  • Food Network
  • HGTV – Home & Garden TV
  • Giallo
  • Warner TV
  • K2
  • Frisbee

Samsung TV Plus: la FAST sfida il DVB

Con questi nuovi canali di Warner Bros. Discovery la lista dei canali trasmessi in Italiano su Samsung TV Plus si allunga ulteriormente, arrivando a ben 131 reti disponibili.

Una lista che, ormai, contiene praticamente tutti i principali canali tematici oggi trasmessi in italiano e dalla quale, piuttosto, manca solo due tipi di contenuti che gli utenti vorrebbero: le news e gli show della TV generalista.

Nelle principali piattaforme FAST, come Samsung TV Plus, non sono infatti presenti le reti di RAI e Mediaset. La TV pubblica italiana e il principale gruppo privato del nostro paese, infatti, hanno fatto nei decenni investimenti colossali nella tecnologia Digitale Terrestre e, di conseguenza, sono ancora restie a offrire i propri contenuti a piattaforme via Internet che raccolgono pubblicità in modo diretto.

E’ chiaro, però, che l’intento di Samsung, LG, Hisense, TCL e di tutti gli altri giganti dell’elettronica che producono televisori smart, è quello di portare sempre più contenuti sulle proprie piattaforme proprietarie, sfidando apertamente tutto il sistema chiuso del Digitale Terrestre.

E la sfida è talmente importante che, in Italia, l’Autorità Garante per le Comunicazioni (AGCOM) è dovuta intervenire obbligando i produttori di TV a offrire almeno un telecomando con tutti i numeri: senza un telecomando così, infatti, nel giro di pochi anni il Digitale Terrestre andrebbe a morire.