bixbi samsung smartphone google Fonte foto: DANIEL CONSTANTE / Shutterstock.com
ANDROID

Smartphone Samsung, addio a Bixby per far posto ad Assistente Google

Gli smartphone Samsung a breve diranno addio a l’assistente vocale Bixby per fare spazio a quello a Google Assistant. Ecco cosa cambia

Addio Bixby, benvenuto Assistente Google. Dopo anni di lotta tra Samsung e il colosso di Moutain View, l’azienda sudcoreana rinuncia al suo assistente vocale. Gli smartphone Samsung quindi si ritroveranno a utilizzare le app ufficiali di Google, come il Google Play Store e Assistente Google.

Samsung aveva lanciato Bixby nel 2017 come naturale evoluzione dell’S-Voice lanciato nel 2012 insieme al Galaxy Store, da cui scaricare le app dedicate per i suoi smartphone. Solo di recente la lingua italiana era stata integrata in Bixby, tanto da essere un servizio popolare solo in Corea del sud, paese di produzione, e nei paesi anglofoni, anche se meno diffuso. Google però non vede di buon occhio i sistemi alternativi e le app alternative a quelle ufficiali Android, e la questione tra le due sembra essersi risolta a favore della app del colosso di Mountain View.

Samsung vs Google, Android si impone e Bixby scompare

Come molte altre aziende di smartphone, Samsung negli anni ha sviluppato app e sistemi operativi basati su Android, ma paralleli a l’ecosistema di Google. L’azienda sudcoreana ha creato un suo assistente vocale da integrare nativamente sugli smartphone, tanto da aggiungere un tasto dedicato appositamente a Bicby: iniziative che Google, che punta a omologare gli smartphone agli standard Android e alle sue app, non ha mai apprezzato molto. Per convincere Samsung a passare ai suoi servizi ufficiali del sistema operativo Android, Google avrebbe aumentato l’offerta economica.

In questo modo, Samsung dirotterà i fondi per Bixby su altri servizi o altri settori nella sua produzione di smartphone, mentre Google vedrà le sue app distribuite e si ritroverà senza una concorrenza diretta. L’accordo tra Samsung e Google dovrebbe essere ufficializzato il 31 luglio per una soluzione che soddisfare entrambe le parti, almeno secondo le dichiarazioni dell’azienda sudcoreana che aveva annunciato dei lavori a stretto contatto con il colosso di Mountain View per migliorare le esperienze utente sui suoi dispositivi mobili.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963