Libero
strappare lungo i bordi zerocalcare Fonte foto: Netflix
TV PLAY

Strappare lungo i bordi: novità sulla serie tv di Zerocalcare

Netflix ha presentato la serie animata durante la Festa del Cinema di Roma. Ecco quando esce e le dichiarazioni dell’autore

Strappare lungo i bordi è il titolo della nuova serie animata scritta, diretta e interpretata da Zerocalcare, alias del fumettista Michele Rech. Attesissima dal pubblico, è stata presentata da Netflix durante la Festa del Cinema di Roma. I vertici della piattaforma hanno annunciato che la serie tv sarà disponibile su Netflix a partire dal 17 novembre in Italia e tutti gli altri Paesi in cui il servizio è attivo.

Lo show è prodotto da Movimenti Production e BAO Publishing, la casa editrice che ha pubblicato la maggior parte dei libri dell’artista. Dopo aver incantato e divertito per anni i lettori, Zerocalcare passa quindi allo streaming. Ma, nonostante il cambio di mezzo, l’anima dei suoi lavori rimarrà la stessa: Strappare lungo i bordi racconterà le avventure dell’artista e dei suoi amici, dall’infanzia all’età adulta. Tra i personaggi, ci sarà anche l’iconico Armadillo, interpretato dalla voce di Valerio Mastandrea. Insomma, tutto è pronto su Netflix per accogliere la nuova serie tv italiana.

Strappare lungo i bordi: nuove anticipazioni

La trama della serie animata di Zerocalcare era stata descritta a grandi linee qualche tempo fa. Il racconto sarà costellato di ricordi, deja-vù, flashback, non mancheranno aneddoti sull’infanzia dell’autore. Come sempre la sua vita reale si mischia alla fantasia, producendo un risultato dissacrante e ironico. Zerocalcare narra ogni scena e doppia tutti i personaggi, tranne l’iconico Armadillo che prende la voce di Valerio Mastandrea.

Il fumettista porterà sullo schermo il suo universo narrativo in uno show di 6 episodi da 15 minuti ciascuno. Parteciperanno tanti amici dell’artista. Prenderà parte allo show anche il cantautore romano Giancane che invece ha curato la tracklist. Lui e Zerocalcare collaborano dal 2018, anno in cui venne prodotto il video del brano Ipocondria di Giancane in featuring con Rancore, che in seguito ha fatto da colonna sonora alle mini clip animate di Rebibbia Quarantine, prodotte nel 2020 nel pieno della pandemia. Giancane partecipa anche attivamente alla serie tv, le sue composizioni originali impreziosiscono alcuni dei momenti più intensi nei diversi episodi.

Strappare lungo i bordi: le dichiarazioni di Zerocalcare

Durante la Festa del Cinema di Roma, l’autore ha commentato la serie e in particolare i brani presenti. Ha ammesso di aver scelto una colonna sonora “un po’ da boomer" ma ha giustificato la scelta dicendo che quelle canzoni lo hanno accompagnato per tutta la vita. Le musiche arricchiscono le scene create insieme al team di animazione di Movimenti. Grazie a questa collaborazione il pubblico potrà godersi una narrazione fluida e interdipendente fatta di musica e immagini. Il Il fumettista ha concluso dicendo “il risultato mi piace un botto".

Non rimane, quindi, che collegarsi a Netflix a partire dal 17 novembre per guardare la nuova serie di Zerocalcare.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963