google play store Fonte foto: Jirapong - stock.adobe.com
TECH NEWS

Sul Google Play Store arriva l'istallazione ottimizzata delle app

A breve potrebbe cambiare il modo in cui scarichiamo e istalliamo le app: Google userà l'intelligenza artificiale per ottimizzare l'istallazione.

Di questa funzione si parla già da alcune settimane (come vi abbiamo raccontato qui) e ora sembra proprio in dirittura di arrivo: stiamo parlando dell'"App install optimizzazion“, cioè dell’istallazione ottimizzata delle app su Android tramite il Play Store.

A differenza di quanto si potrebbe pensare, però, tale novità non è contenuta nella beta di Android 12 che sta già circolando tra gli sviluppatori bensì nelle più recenti versioni dell’app del Play Store, dalla 24.9.19-21 in poi. Tuttavia, sembra anche che nonostante molti utenti abbiano aggiornato l’app a una versione recente solo chi ha uno smartphone Google Pixel è in grado di sfruttarla (e neanche tutti). Si tratterebbe, quindi, di un cosiddetto “rollout parziale" della nuova funzione che, però, sembra ormai veramente vicina alla diffusione di massa.

Cosa è l’App install optimizzazion

Con l’istallazione ottimizzata delle app Google introduce la possibilità di fare installazioni parziali di app, al fine di ridurre i tempi di istallazione e i dati consumati per il download. Questa funzione si basa sull’intelligenza artificialefederativa“: ogni volta che un utente installa una app Android inizia a registrare come la usa.

Questo al fine di dividere l’app in diversi pacchetti, contenenti le funzioni più o meno usate. Quando sono disponibili dati sufficienti, quindi, ai prossimi utenti che vogliono scaricare l’app il Play Store propone di scaricare solo le parti essenziali dell’app. Sarà poi possibile, in un secondo tempo e solo se realmente necessario, scaricare anche tutto il resto per avere tutte le funzionalità complete.

La questione privacy

Questa nuova funzione porta con sé qualche dubbio in merito alla privacy: Google, per sapere come viene usata una app subito dopo il download e l’istallazione, deve infatti osservare e registrare i comportamenti dell’utente e inviare i dati raccolti ai suoi server.

Si tratta di informazioni potenzialmente sensibili, che possono avere anche un valore economico se rivendute a fini pubblicitari e che, naturalmente, Google provvederà a raccogliere in modo assolutamente anonimo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963