Sbloccare il bootloader Fonte foto: 123rf
TECH NEWS

Tariffe cellulari, Italia tra i Paesi più economici d'Europa

Da una comparativa di Facile.it emerge come l'Italia sia tra i Paesi europei più convenienti sul fronte delle tariffe cellulare. Ecco perché

9 Settembre 2019 - Le tariffe medie mensili per la telefonia mobile, voce e dati, in Italia non sono poi così care come gli italiani credono. Rispetto a molti altri Paesi europei, infatti, in Italia per usare il cellulare si spende assai meno e si ottengono molti più GB di traffico dati.

È quanto emerge dall’ultima comparativa di Facile.it, che ha messo a confronto le tariffe medie mensili di 12 Paesi europei (Francia, Italia, Polonia, Irlanda, Gran Bretagna, Danimarca, Spagna, Olanda, Svezia, Germania, Belgio, Grecia e Norvegia) e ha scoperto che solo in Francia, Germania e Polonia gli utenti spendono meno rispetto agli italiani. Anche la media dei GB di dati inclusi nelle tariffe mensili è molto alta rispetto a quella europea e, di conseguenza, il “costo virtuale dei GB” in Italia è tra i migliori in Europa. Sembrerebbe proprio, quindi, che gli italiani non abbiano poi molto da lamentarsi nonostante i recenti rincari estivi delle tariffe telefoniche.

Tariffe cellulare: l’indagine sul costo medio

Partiamo dalle definizioni: Facile.it ha analizzato il “costo medio” delle tariffe, che non equivale alla tariffa più bassa disponibile nel singolo Paese europeo. Il noto comparatore online ha preso in considerazione le tariffe di fascia media proposte nel mese di giugno 2019, partendo da un mix di piani tariffari rappresentativi per ciascun Paese e “calcolando un valore medio sia in termini di costi, sia di traffico dati, focalizzandosi sulla fascia intermedia dell’offerta, escludendo quindi le proposte entry level, quelle indirizzate a target specifici come gli anziani o i giovani, quelle mirate a stimolare la migrazione da un operatore ad un altro e le offerte categorizzabili come top di gamma“.

Tariffe cellulare: in quali Paesi si paga di meno

Se parliamo di costi medi delle tariffe telefoniche, gli utenti che pagano di meno sono quelli che abitano in Polonia: in media 6 euro al mese, cioè 72 euro l’anno, ovvero la metà della tariffa media italiana che è pari a 12,5 euro al mese con una media di 45 GB di dati. Anche in Francia si spende poco per la rete cellulare: 9 euro al mese, con una media di 50 GB di dati a disposizione. In Germania si paga più o meno quanto in Italia: 11,7 euro al mese in media, ma per avere solo 5,7 GB di dati.

Il costo virtuale del traffico dati

Se dividiamo i GB messi a disposizione dall’operatore per la tariffa, otteniamo il cosiddetto “Costo virtuale del traffico dati“. I tre Paesi con il costo virtuale minore sono Francia (0,18 euro/GB), Italia (0,28 euro/GB) e Polonia (0,37 euro/GB). In fondo alla classifica, invece, ci sono Belgio (4,67 euro/GB), Grecia (4,87 euro/GB) e Norvegia (6,76 euro/GB).