blockchain Fonte foto: Shutterstock
PMI E INDUSTRIA 4.0

Trusted IoT Alliance: la blockchain fondamentale per la sicurezza IoT

Il gruppo mira a sviluppare un ecosistema sicuro per i device IoT, creando un protocollo di scambio sfruttando la tecnologia della blockchain

25 Settembre 2017 - Uno dei principali problemi che ostacolano la diffusione in fabbrica degli oggetti sempre connessi dell’Internet of Things è la loro sicurezza, ancora molto fragile. Un gruppo di aziende ha lanciato la Trusted IoT Alliance, un’associazione che punta alla blockchain per migliorare la cybersecurity dei dispositivi IoT.

L’obiettivo dell’alleanza, a cui hanno preso parte società molto note, è utilizzare la tecnologia della blockchain per creare un protocollo di scambio sicuro per i device sempre connessi. La blockchain è sistema utilizzato dalle criptovalute, conosciuto soprattutto con i Bitcoin, ed è una sorta di libro mastro su cui sono registrate tutte le transazioni finanziarie e attraverso cui avvengono tutti gli scambi di denaro. La blockchain è una rete decentralizzata, composta dai cosiddetti blocchi, e quasi inviolabile dagli hacker. Da qui, dunque, l’idea della Trusted IoT Alliance di usare la tecnologia per migliorare la sicurezza IoT.

La blockchain per l’Internet of Things

Il principio attorno a cui ruota l’intesa è sfruttare il sistema di scambio sicuro della blockchain per gli oggetti sempre connessi dell’Internet of Things. Come è noto, in ambito Industria 4.0, i device IoT sono uno dei pilastri portanti. Nei prossimi anni, stando a molte previsioni, il loro mercato crescerà notevolmente.

Purtroppo, però, esperti e manager hanno espresso numerose perplessità sul grado di sicurezza offerto dall’Internet of Things. Vige molta confusione, dove né le aziende né tanto meno i produttori hanno ancora fornito soluzioni concrete per migliorare la sicurezza IoT. La Trusted IoT Alliance potrebbe essere una delle risposte più concrete a questo problema.

Il gruppo mira a creare un protocollo open-source per gli oggetti sempre connessi dell’Internet of Things, sfruttando la tecnologia della blockchain. Il sistema dell’alleanza, che comincia già ad essere operativo, creerà un ecosistema sicuro, in cui ogni oggetto IoT sarà protetto.

Esattamente come avviene con le criptovalute, le varie operazioni registrate dalla blockchain per i device IoT non potranno essere alterate. Ogni qualsiasi tentativo, come ad esempio una violazione, infatti, sarà rilevato. Inoltre, tutte le macchine saranno identificate e il rischio che qualche device IoT possa intrufolarsi nella rete è praticamente pari a zero.

Contenuti sponsorizzati