Libero
APP

WhatsApp si potrà usare in un modo completamente diverso

WhatsApp sta per introdurre la possibilità di scegliere un username univoco e di condividere il proprio contatto tramite quello: non è affatto una novità da poco

whatsapp Fonte foto: Tero Vesalainen / Shutterstock

Che WhatsApp sia da qualche mese in una fase di profondo cambiamento è ormai chiaro un po’ a tutti, viste le tantissime novità arrivate in pochissimo tempo: dalla possibilità di modificare i messaggi al lucchetto chat, dal vero multi dispositivo (con più smartphone contemporaneamente) al lancio delle community.

La prossima novità, intravista già in una versione beta dell’app, continuerà lungo questa strada e permetterà agli utenti di usare l’app in modo molto diverso, più simile a come si usa oggi Telegram per certi versi. Stiamo parlando dell’imminente introduzione degli “username“, i nomi utente che permetteranno di chattare con qualcuno senza conoscere il suo numero di telefono.

WhatsApp: cosa sono gli username

Come è facile intuire dal nome, gli username sono i nomi utente. Questa novità è stata scovata dall’ormai famoso blog WAbetaInfo all’interno dell’app di WhatsApp beta per Android 2.23.11.15, appena rilasciata da Meta.

In questa versione compare, all’interno delle impostazioni del profilo, la solita casella per scegliere il nome (che è sempre esistita) e una nuova casella per scegliere un username univoco. Questa casella è identificata dall’icona della chiocciola (@).

Con questa versione dell’app, dunque, è possibile usare WhatsApp con il proprio numero di telefono, il nome “Mario Rossi” e un username a scelta, come “@SuperMario“.

A cosa servono gli username

A questo punto scatta la logica domanda: ho impostato il mio username, ma a cosa serve? L’username serve a condividere il proprio contatto WhatsApp senza condividere anche il numero di telefono. E’ molto probabile, infatti, che quando gli username verranno resi disponibili a tutti sarà anche possibile nascondere il proprio numero telefonico.

Per condividere il proprio contatto WhatsApp, dunque, il signor Mario Rossi potrà semplicemente dire “Aggiungimi su WhatsApp: sono @SuperMario“.

Cosa potremo fare con gli username

I vantaggi di usare un username sono principalmente due: la privacy e la sicurezza. Dichiarando il proprio username, ma tenendo nascosto il numero di telefono, potremo tutelare la nostra privacy e anche limitare la circolazione del nostro numero tra i call center e, in generale, chi fa spam di vario tipo.

Un’azienda con profilo business, invece, potrà scegliere e condividere il proprio username per essere sicuri che i potenziali clienti comunichino con lei e non con un truffatore che finge di essere tale azienda.

Chiunque, infatti, con un profilo business oggi potrebbe cambiare il proprio nome e la proprioa foto del profilo e spacciarsi per qualunque azienda.

Ma se l’azienda ha un username chiaro e facile da ricordare (@RossiSrl) è ben più difficile prendere in giro i suoi clienti. Il tutto diventa ancor più logico alla luce della nuova possibilità, introdotta di recente, di usare lo stesso profilo da più smartphone, con più numeri di telefono.

Anche per questo non è affatto da escludere che Meta decida di vendere gli username ai profili business.

Quando arrivano gli username

Al momento gli username sono disponibili solo sull’ultima app beta per Android di WhatsApp, quindi per pochissimi utenti. Non possiamo sapere quando Meta deciderà di renderli disponibili per tutti, né siamo sicuri che lo farà: in teoria potrebbe anche decidere di cancellare questa funzione dall’app ufficiale.

Onestamente, però, lo riteniamo molto improbabile perché dopo tutte le recenti novità già introdotte, l’arrivo degli username su WhatsApp ha assolutamente senso e cambierebbe, in positivo, il modo in cui usiamo l’app.

TAG: