Inviare emoji su WhatsApp Fonte foto: AngieYeoh / Shutterstock.com
HOW TO

WhatsApp, come usare le emoji nascoste

Spulciando nella versione beta di WhatsApp per Android sono state scoperte nuove emoji segrete. Usando la versione beta dell'app possono essere già inviate

4 Marzo 2019 - Nuove emoji in arrivo per l’app Android di WhatsApp: dalla prossima versione dell’applicazione, infatti, saranno disponibili alcune nuove “faccine” da usare nelle chat del più diffuso servizio di messaggistica istantanea per smartphone. Queste emoji possono essere già testate se si usa l’ultima versione beta dell’app di WhatsApp.

Tra le nuove emoji in arrivo, anche la bandiera del Transgender Pride (una bandiera a strisce orizzontali azzurre, rosa e bianche) e il relativo simbolo nato dalla fusione dei già noti simboli maschile e femminile. Come tutte le precedenti emoji, anche queste sono codificate nello standard di caratteri Unicode e, di conseguenza, sono visualizzabili su tutti i dispositivi in grado di interpretare questo standard. Va detto, però, che su applicazioni e dispositivi diversi le emoji potrebbero essere visualizzate in maniera leggermente diversa.

Come usare le emoji nascoste di WhatsApp

Queste nuove emoji non sono ancora utilizzabili nella versione ufficiale dell’app di WhatsApp, attualmente installata dalla maggioranza degli utenti, ma è possibile visualizzarle e condividerle se si ha la versione beta (sia dell’app che dell’applicativo desktop). Per iniziare a provarle basta andare all’indirizzo web della lista delle emoji Unicode, selezionare l’immagine che ci piace, copiarla e incollarla in una chat di WhatsApp.

Le nuove emoji di WhatsApp

A metà febbraio era stata diffusa una prima lista di nuove emoji in arrivo, contenente oltre 200 nuove immagini. Tra queste c’è persino quella delle mestruazioni (una goccia di sangue rosso), ma anche una faccia che sbadiglia e l’immancabile fenicottero rosa. Quello delle emoji, quindi, sta diventando nel tempo un vero e proprio linguaggio universale parallelo con sempre più simboli che si possono usare per comunicare con gli utenti di tutto il mondo.

Anche per questo esiste una vera e propria procedura ufficiale da seguire affinché una emoji venga approvata e distribuita a livello globale da Unicode. Si inizia col fare una proposta, tramite un apposito modulo online, specificando il codice Unicode, il nome comune e l’immagine che la nuova emoji dovrebbe avere sulle varie piattaforme. L’Unicode Technical Committee passa poi a visionare tutte le proposte e ne accetta alcune, mentre ne scarta altre, in base a rigidi criteri di selezione. Periodicamente, infine, vengono pubblicate le nuove emoji approvate e le varie applicazioni che le useranno vengono aggiornate dagli sviluppatori al fine di riuscire a leggere correttamente il codice Unicode e a trasformarlo nell’immagine approvata. Il totale delle emoji approvate e pubblicate da Unicode oggi supera le 1.700 faccine.