whatsapp messenger Fonte foto: rafapress / Shutterstock.com
TECH NEWS

WhatsApp, perché non devi abbreviare il 2020 in "20": cosa c'è di vero

Su WhatApp è diventato virale un messaggio che invita a scrivere per intero l'anno nelle date dei documenti ufficiali: cosa c'è di vero

Negli ultimi giorni su WhatsApp sono diventati virali alcuni messaggi che lanciano un allarme piuttosto preoccupante: quando scrivete una data non abbreviate il 2020 in “20”, potrebbe essere utilizzato dai truffatori per rubare soldi o cambiare data a un documento ufficiale. Un messaggio che ha creato un grande allarmismo soprattutto tra i liberi professionisti che ogni giorno sono obbligati a firmare i loro documenti con la data del giorno. Esiste veramente il pericolo che qualcuno manometta la data di un documento dove l’anno è scritto utilizzando solo il numero “20”?

A questa domanda ha provato a dare una risposta il sito Bufale.net, sempre molto attivo quando si tratta di smascherare un messaggio bufala o una fake news. In questo caso, però, non ci troviamo di fronte a una notizia falsa, ma allo stesso tempo non bisogna creare troppo allarmismo. La possibilità che un truffatore cambi la data di un documenti in cui l’anno è segnato solo con il numero “20” è reale, ma non è uno stratagemma che viene utilizzato con molta frequenza. Per premura, quando si mette la data su un documento è preferibile scrivere per intero l’anno, in modo che nessuno lo possa mettere in dubbio.

Perché non devi abbreviare il 2020 in “20”: il messaggio che spopola su WhatsApp

Sono due i messaggi che girano in queste ore sull’applicazione di messaggistica. “Un suggerimento pratico per quest’anno: quando scrivete una data nei documenti abbiate cura di scrivere l’anno 2020 per intero: 31/01/2020 e non 31/01/20“. “Consulenza legale per il 2020. Quando scriviamo una data nei documenti, durante quest’anno è necessario scrivere l’intero anno 2020 in questo modo: 31/01/2020 e non 31/01/20 solo perché è possibile per qualcuno modificarlo in 31/01/2000 o 31/01/2019 o qualsiasi altro anno a convenienza. Questo problema si verifica solo quest’anno. Stare molto attenti! Non scrivere o accettare documenti con solo 20. Fate girare questa utile informazione“.

Per quale motivo sono diventati virali in così poco tempo? Chi è stato il primo a pubblicare questa notizia? Il messaggio arriva dagli Stati Uniti, dove in molti lo hanno pubblicato prima su Facebook e poi fatto girare sulle chat di WhatsApp. In pochissimo tempo è arrivato anche in Italia dove è stato prontamente ripreso e adattato.

Cosa si rischia

Ci sono rischi concreti o si tratta del classico messaggio bufala? In questo caso non si tratta di una fake news, ma non bisogna nemmeno creare troppo allarmismo. Scrivere “20” al posto di 2020 potrebbe convincere i truffatori a cambiare la data di un documento aggiungendo altri due numeri alla fine. Ad esempio se scriviamo 2/02/20, un truffatore potrebbe aggiungere “19” alla fine modificando la data del documento in 2/02/2019, rendendolo di fatto nullo. Per questo motivo è buona premura scrivere per intero l’anno.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963