Libero
Il record della Luna Fonte foto: 123RF
SCIENZA

È accaduto qualcosa di straordinario, tra la Luna e la Terra

Dopo quasi 1000 anni, finalmente la magia si è ripetuta sui nostri cieli: l'incredibile alchimia della Luna con la Terra è qualcosa di sensazionale.

Mai, negli ultimi 1000 anni, la Luna Nuova è stata così vicina alla Terra come nelle scorse notti: il 21 gennaio 2023 si è verificato un fenomeno che non accadeva da tantissimo tempo, quasi una magia. Peccato solo non aver potuto ammirare questa splendida danza tra il nostro Pianeta e il suo satellite, essendo la Luna Nuova caratterizzata da una totale oscurità. Rimane comunque un evento affascinante e sorprendente, che ha incuriosito astronomi e semplici appassionati in tutto il mondo.

La Luna è vicinissima alla Terra: un fenomeno raro

Per capire bene cos’è accaduto solamente un paio di notti fa, occorre fare un piccolo passo indietro. La Luna è il nostro satellite, che orbita attorno alla Terra ad una distanza media di 384.400 km: essendo la sua un’orbita non perfettamente circolare, ci sono momenti in cui è più vicina al nostro Pianeta e altri in cui è invece più lontana. Il punto di massima distanza dalla Terra è chiamato apogeo, e in queste occasioni la Luna ci appare più piccola del solito. Al contrario, nel momento di sua massima vicinanza (che si chiama perigeo) sembra più grande e bella che mai.

Inoltre, durante la sua orbita, la Luna percorre quattro diverse fasi, riconoscibili dal modo in cui il Sole la illumina. All’inizio del suo viaggio attorno alla Terra, si ha la Luna Nuova: in questo momento, il satellite si trova esattamente allineato tra il nostro Pianeta e il Sole, e per questo non è colpito dai raggi luminosi di quest’ultimo. È in questa fase che non possiamo ammirare lo spettacolo che la Luna ci regala (quasi) ogni notte, essendo invisibile ai nostri occhi. Quando invece è la Terra a frapporsi esattamente tra il satellite e il Sole abbiamo la Luna Piena, con l’intera superficie di quest’ultima ben illuminata.

Lo scorso sabato 21 gennaio 2023, è accaduto qualcosa di davvero raro e meraviglioso: il fenomeno della Luna Nuova si è verificato in concomitanza con il suo passaggio al perigeo, un evento che non succedeva da quasi un millennio. Per la prima volta in così tanti anni, il nostro satellite è transitato vicinissimo alla Terra, ad una distanza di "appena" 356.568 km. Ma, come anticipato, non è stato possibile ammirare la magia avvenuta in cielo: il novilunio è caratterizzato dalla più completa oscurità. Questa incredibile coincidenza è stata studiata dall’astrofisico Graham Jones, che sul sito Timeanddate ha portato alla luce dei dati davvero interessanti.

Luna Nuova al perigeo, quando è successo in passato (e quando succederà ancora)

Un fenomeno simile a quello odierno era accaduto quando il mondo stava ancora vivendo nel Medioevo: più precisamente, una Luna Nuova così vicina alla Terra l’avevamo avuta solamente il 3 dicembre 1030, ovvero ben 992 anni fa (in quell’occasione, la distanza raggiunta era di 356.562 km). E dovremo attendere ancora tantissimo perché si verifichi di nuovo – secondo i calcoli di Jones, succederà solamente il 20 gennaio 2368, tra 345 anni, quando la Luna Nuova orbiterà a 356.559 km di distanza dal nostro Pianeta. Per effettuare questi calcoli così precisi, Graham Jones ha sfruttato il set di dati DE431, realizzato dal Jet Propulsion Laboratory del California Institute of Technology.

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963