Un pacco amazon Fonte foto: Hadrian / Shutterstock.com
SICUREZZA INFORMATICA

Amazon potrebbe aver rivelato i tuoi dati: cosa è successo

Nuova falla di sicurezza su Amazon che in maniera erronea ha condiviso online i dati dei suoi utenti, ecco come capire se il nostro profilo è stato colpito

Amazon in queste ore sta inviando un’e-mail abbastanza allarmante ad alcuni dei suoi utenti iscritti alla sua piattaforma. A causa di un bug, il gigante del commercio elettronico potrebbe aver condiviso online le nostre informazioni riservate dell’account, come nomi, cognomi e indirizzi e-mail.

Nelle e-mail informative, Amazon ha spiegato l’accaduto come un generico “errore tecnico” e dunque non sappiamo con precisione cosa realmente sia accaduto. Dovrebbe comunque trattarsi di una falla interna ai sistemi dell’e-commerce e la perdita di informazioni non dovrebbe dipendere da un attacco hacker al sito. Amazon, inoltre, per ora si è rifiutata di commentare ulteriormente l’accaduto. Amazon ha comunque fatto sapere che ogni problema sulla condivisione anomala di dati è stato risolto in maniera efficace e tutti gli utenti che hanno subito una condivisione dei propri dati online sono stati avvisati e a loro è stato consigliato di cambiare rapidamente password dell’account Amazon.

Cosa è successo nella falla di sicurezza Amazon

Amazon per ora non ha indicato il numero preciso degli utenti coinvolti, comunque se non avete ricevuto l’e-mail non siete tra gli account colpiti dalla perdita di dati. L’e-commerce ha dichiarato che gli utenti colpiti provengono casualmente da tutto il mondo e non c’è un’area specifica più interessata di altre per questa falla di sicurezza. Si tratta comunque di informazioni molto scarne e i garanti della privacy dell’Unione europea hanno già fatto sapere che chiederanno ulteriori delucidazioni sull’argomento ad Amazon, che dovrà fornirle e dovrà dimostrare di aver fatto il massimo per evitarle per non andare incontro a salate sanzioni.

A dirla tutta per Amazon si tratta della seconda perdita di dati degli utenti in un solo mese. A inizio novembre 2018 infatti un dipendente fu sorpreso dalla stessa Amazon a vendere online ad aziende o malintenzionati nomi ed informazioni riservate dei vari account dei consumatori su Amazon. L’e-commerce ha subito licenziato il colpevole ma questa nuova falla di sicurezza rischia di far diminuire la fiducia degli utenti nei riguardi di Amazon stessa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963