le migliori app per lo yoga Fonte foto: Shutterstock
APP

Le migliori app per fare yoga

Ecco quali sono le migliori app per praticare yoga da scaricare sul proprio smartphone Android e iOS, in che modo funzionano e i diversi vantaggi che offrono.

Può sembrare strano che la pratica di una disciplina tradizionale e millenaria possa essere veicolata attraverso uno strumento tecnologico. Eppure lo yoga sta dimostrando di avere un particolare feeling con la tecnologia, che forse è soltanto un ennesimo segno della sua capacità di rigenerare e di rigenerarsi, restando sempre se stesso nella sua essenza profonda. In effetti da molti anni esistono blog e canali YouTube dedicati a questa disciplina, ma l’ultima evoluzione sono le applicazioni che permettono di seguire la pratica direttamente dal proprio cellulare.

Tutti i vantaggi delle app per fare yoga

Sui principali store digitali iOS e Android sono disponibili moltissime app per lo yoga che consentono, sia agli assoluti principianti che agli yogin più esperti, di avere un valido supporto nell’esercizio della propria pratica anche quando non è possibile frequentare un corso in presenza. Nonostante il controllo e la viva voce di un maestro rimangano per certi versi insostituibili, i vantaggi di potersi affidare ad una app sono numerosi e innegabili. Con le app infatti è possibile praticare yoga direttamente dalla propria casa, senza tempi di spostamento e con assoluta autonomia di giorni e di orari. Questa flessibilità risulta particolarmente utile quando le giornate sono piene di impegni e ritagliarsi il proprio spazio per rigenerare il corpo e la mente sembra essere una missione impossibile, per quanto necessaria. Con le app bastano invece un tappetino e il proprio cellulare per praticare senza vincoli ma al tempo stesso senza rinunciare tuttavia ad una guida adeguata.

Le app sono utili anche ogni volta in cui non è possibile accedere a un corso. Questo succede in vacanza, in viaggio, ma anche quando si abita in un piccolo centro e la frequentazione di un corso comporterebbe lunghi spostamenti. Non solo, ma negli ultimi lunghi mesi di restrizioni dovute alla pandemia, le app hanno permesso di continuare a praticare lo yoga anche con le palestre chiuse e i corsi sospesi, in un momento in cui la ricerca del benessere fisico e mentale è particolarmente importante.

Un altro vantaggio è sicuramente quello di prendere consapevolezza delle specificità di questa antica disciplina prima di iniziare a praticarla in senso vero e proprio, presso un centro specializzato e con un maestro. Lo yoga è una disciplina che arreca degli innegabili vantaggi fisici, ma che ha una forte e ineludibile componente spirituale, pertanto si differenzia in modo sostanziale da attività ritenute similari, come il pilates. Inoltre esistono molteplici tipologie di yoga e altrettanti approcci alla disciplina, cosicché sperimentare con le app può essere un ottimo modo per accostarsi allo yoga gradualmente e con consapevolezza.

Le migliori app per fare yoga

Ecco dunque alcune delle migliori app, tutte scaricabili sui principali store iOS e Android, per accostarsi allo yoga per la prima volta oppure per approfondire la pratica in autonomia. Diverse per approccio e per funzionalità, sono tutte comunque alla ricerca di un perfetto equilibrio tra il corpo e la mente. Non resta che scaricarne una e iniziare.

Asana Rebel

App progettata da un team di esperti di fitness e per questo focalizzata prevalentemente sull’aspetto fisico della disciplina. L’obiettivo proposto è quello di perdere peso e rimettersi in forma, attraverso esercizi ispirati alle asana (posizioni) dello yoga. L’approccio è molto motivazionale e può essere uno sprone senza dubbio positivo per iniziare e mantenere un allenamento, risultando al tempo stesso ottimale per tutti coloro che vorrebbero avvicinarsi allo yoga ma temono di non essere in totale sintonia con la sua dimensione più meditativa e spirituale.

Una volta scaricata, l’app vi chiede di inserire i propri parametri di altezza e di peso, oltre al proprio livello di fitness e il peso che si intende raggiungere. Sulla base di questi valori viene quindi creato un piano giornaliero personalizzato, basato su oltre cento diversi workout. Si possono scegliere diverse sessioni di allenamento, con diversi livelli di intensità e durata. Il download è gratuito, ma poi l’accesso ai contenuti è consentito solo con la sottoscrizione di un abbonamento mensile o annuale.

Down Dog

Down Dog è forse la più famosa app per praticare lo yoga e prende il nome da quella che probabilmente è la più famosa delle sue asana, e cioè il cane a testa in giù. Dopo averla scaricata, l’app chiede immediatamente di specificare il proprio livello di esperienza, permettendo di scegliere tra due livelli principianti (chi non l’ha mai fatto e chi invece ha già fatto qualche lezione), due intermedi (chi è pronto per posizioni più complesse e chi si sente a proprio agio quasi con ogni asana) e infine un livello avanzato.

Si può scegliere tra diversi stili e persino con quale ritmo eseguire la pratica, dal più lento al più veloce. È possibile inoltre focalizzarsi su diversi aspetti: se rinforzare una parte del corpo specifica, migliorare l’equilibrio, incrementare la flessibilità o concentrarsi di più sul respiro. Alla pratica può essere infine associato un sottofondo musicale o sonoro per favorire la concentrazione. Per utilizzare l’app si deve sottoscrivere un abbonamento mensile o annuale.

Pocket Yoga

Pocket Yoga racchiude l’essenza di qualunque app per lo yoga: la possibilità di avere la propria pratica quotidiana a portata di mano sul vostro smartphone, da tirare fuori ogni volta che riuscite a ritagliarvi un momento per il vostro benessere durante la giornata. La specificità di questa app consiste nel fatto di contenere istruzioni audiovisive molto chiare, che guidano gli utenti passo dopo passo nella costruzione delle posizioni.

L’app mette anche a disposizione un dizionario delle posture, per acquisire familiarità e assicurarsi di eseguirle correttamente. Per questo motivo è particolarmente adatta ai principianti, ma può essere uno strumento pratico anche per chi si trova già a proprio agio con le diverse asana. L’app tiene inoltre traccia dei propri allenamenti, monitorare i progressi e la quantità di calorie bruciata durante ogni sessione. Il sottofondo musicale può essere scelto da un’apposita libreria. Pocket Yoga è scaricabile soltanto a pagamento.

Daily Yoga

Daily Yoga unisce invece le classiche funzionalità di una app per praticare lo yoga a quelle di una vera e propria community composta da yogin provenienti da tutto il mondo. Questa app è particolarmente amata appunto per la possibilità di restare in contatto e condividere i propri progressi con le altre persone: un modo per motivarsi a mantenere l’impegno costante e a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Quando si scarica la app è dunque necessario scegliere il proprio obiettivo, per esempio perdere peso, migliorare il tono muscolare, meditare ecc. Successivamente vi vengono proposte diverse sequenze di asana, specifiche per il proprio obiettivo, adatte a diversi livelli di esperienza, chiaramente ben segnalati per poter scegliere con consapevolezza. In alternativa è tuttavia possibile accedere a un programma standard di pratica quotidiano. Alcuni contenuti sono accessibili come prova gratuita, ma per sbloccare tutte le funzionalità è necessario pagare un abbonamento.

Yoga in 5 minuti

La particolarità di questa app è la presenza di un cronometro che tiene il tempo di ogni sessione, nessuna della quale supera i cinque minuti, proprio come promette il suo nome. Si tratta quindi della app perfetta per chi vuole motivarsi ed eseguire brevi sessioni di esercizio, da ripetere magari durante l’arco della giornata, per esempio al risveglio, in pausa pranzo o prima di addormentarsi.

Questa app risulta particolarmente utile a tutti coloro che desiderano integrare la pratica a un focus su specifiche sequenze, potendo contare sulle esaustive spiegazioni fornite dalla app stessa. Ogni sessione prevede una combinazione di asana semplici alla portata di tutti, ciascuna delle quali è spiegata attraverso immagini e istruzioni molto precise. Una volta scaricata è possibile accedere a una prova gratuita al termine della quale si può decidere di sottoscrivere un abbonamento mensile o un pagamento una tantum.

Simply Yoga

Semplicemente yoga: il messaggio di questa app non potrebbe essere più chiaro e diretto, che punta tutto su un’interfaccia e dei percorsi di navigazione estremamente intuitivi e per questo fruibili con grande facilità. Gran parte dei contenuti è accessibile gratuitamente, mentre solo per alcuni è necessario pagare un abbonamento che vi permetterà inoltre di utilizzare la app senza la fastidiosa presenza dei banner pubblicitari.

Una volta avviata la app si può scegliere tra due sezioni principali, Routine Classiche e Ultime Routine, all’interno delle quali si può successivamente selezionare la durata della pratica che si vuole effettuare, guidati da video molto esplicativi, con spiegazioni audio in lingua inglese. In alternativa, nella sezione Streaming si possono trovare numerose sessioni con diversi insegnanti, relative a diversi stili di yoga, la cui durata è sempre ben segnalata. In questo modo è possibile ogni giorno scegliere la propria routine avendo accesso a diverse funzionalità e a contenuti gratuiti, modulabili secondo le proprie esigenze.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963