Libero
Sony WF-1000XM4 Fonte foto: Sony
WEARABLE

Cos'è Auracast, il nuovo standard per le cuffiette wireless

Auracast è un nuovo protocollo Bluetooth in grado di cambiare profondamente il modo in cui usiamo le cuffiette wireless e di renderle molto più utili

Da "Bluetooth Audio Sharing" a "Auracast", ma a cambiare non è solo il nome: il Bluetooth Special Interest Group, cioè il consorzio che si occupa dello sviluppo dello standard Bluetooth, ha annunciato il nuovo protocollo che rende il protocollo di trasmissione radio "pubblico".

Nel senso che sarà possibile usare il Bluetooth per diffondere un flusso audio a centinaia di dispositivi contemporaneamente, purché siano a portata di onde radio. I dettagli tecnici non sono stati ancora diffusi, ma le potenzialità di Auracast sono già facili da comprendere se immaginiamo l’uso di questo nuovo standard in spazi pubblici come metropolitane, aeroporti, stazioni ferroviarie e ovunque sia necessario o utile mandare in modo efficace ed economico messaggi a una gran quantità di persone che, magari, hanno tutti le cuffiette nelle orecchie e non potrebbero altrimenti sentire un annuncio proveniente dall’altoparlante.

Bluetooth Auracast: come funziona

Per l’utente usare Auracast sarà semplice come connettersi ad una rete WiFi pubblica: troverà Auracast nel menu delle connessioni del suo smartphone e potrà accoppiare i suoi dispositivi. Non è esclusa la possibilità di semplificare ulteriormente la procedura, mettendo a disposizione degli utenti dei QR code da inquadrare col telefono.

Una volta connesso ad Auracast, l’utente potrà continuare ad utilizzare le sue cuffiette per ascoltare la musica o fare chiamate telefoniche, ma se verrà inviato un avviso o un messaggio tramite Auracast la riproduzione della musica (e probabilmente anche la chiamata) verranno temporaneamente interrotte per dare spazio all’avviso.

Un altro possibile utilizzo di Auracast è quello che prevede, sempre in spazi aperti al pubblico, la presenza di schermi televisivi con il volume impostato a zero. Grazie ad Auracast sarà possibile inviare il flusso audio solo a chi è connesso in Bluetooth: in questo modo chi è realmente interessato alla trasmissione potrà seguirla, mentre tutti gli altri non verranno disturbati.

Bluetooth Auracast: quando arriva

Il Bluetooth SIG ha già ufficializzato Auracast, con tanto di loghi e campagna di comunicazione. Il prossimo passo sarà la pubblicazione del materiale tecnico, che nel frattempo sarà girato anche ai produttori di dispositivi Bluetooth interessati a sviluppare prodotti compatibili con Auracast.

Molto probabilmente, quindi, vedremo realmente sul mercato i primi prodotti con Auracast integrato solo verso la fine dell’anno, forse in concomitanza con le feste di Natale.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963