bill gates Fonte foto: JStone / Shutterstock.com
TECH NEWS

Bill Gates: il mio più grande errore? Gli smartphone

Bill Gates ammette che Microsoft ha sbagliato a giocare le sue carte nello sviluppare il sistema operativo mobile che avrebbe dovuto fronteggiare Apple

24 Giugno 2019 - Il fondatore di Microsoft Bill Gates è, nel bene e nel male, uno che ha cambiato il mondo. Senza il sistema operativo Microsoft DOS, prima, e Microsoft Windows nelle sue innumerevoli versioni, dopo, la nostra società non sarebbe come oggi la conosciamo. E, soprattutto, non lo sarebbe la nostra economia. Ma anche uno come Bill Gates nella vita ha fatto degli errori e ne è ben cosciente. Di uno, in particolare: di aver lasciato a Google il dominio nel settore degli smartphone.

Recentemente, ad un evento organizzato da Village Global, Gates è stato protagonista di una chiacchierata con la CEO di Eventbrite Julia Hartz. Durante l’incontro Bill Gates ha parlato senza peli sulla lingua, ammettendo che ad un certo punto Microsoft aveva la possibilità di creare il sistema operativo leader per gli smartphone, ma non lo ha fatto. E che questo è stato un errore clamoroso. Come ben sappiamo, infatti, a creare questo OS mobile è stata Google con il suo Android e la storia ha preso un’altra piega. Ma non solo: Gates ha anche ammesso che nei primi anni di Microsoft lavorava senza sosta, senza mai prendersi un fine settimana libero e men che meno una vacanza. Ma poi, ammette lo stesso Gates, ha cambiato idea.

L’errore più grande di Bill Gates

A Julia Hartz Bill Gates ha ammesso candidamente: “Come tu sai, nel mondo del software, in particolare delle piattaforme software, chi vince prende tutto. Quindi, lo sai, il mio più grande errore di sempre è stata la cattiva gestione che ha portato Microsoft a non essere ciò che è oggi Android, ovvero la piattaforma standard per i telefoni non Apple. Era una cosa naturale per Microsoft vincere. […] C’è spazio per un sistema solo operativo non Apple, e quanto vale? 400 miliardi di dollari che sarebbero stati trasferiti dalla società G [Google] alla società M [Microsoft]. […] Quindi oggi siamo UNA azienda leader. Se avessimo fatto la scelta giusta, saremmo LA azienda leader“.

Se sei Bill Gates non puoi andare in ferie

Un’altra dichiarazione che descrive perfettamente chi è Bill Gates e come ha fatto a diventare uno degli uomini più influenti al mondo è quella relativa alle ferie. Da tempo Bill Gates ha ceduto il timone di Microsoft e si gode molti giorni di ferie ogni anno, ma un tempo non era così: “Non credevo nei fine settimana. Non credevo nelle vacanze. […] Una volta entrato nei miei 30 anni, potevo a malapena immaginare come avevo fatto. Perché, a quel punto, un certo comportamento naturale è arrivato e ho iniziato ad amare i fine settimana. E, sai, alla mia ragazza piacevano le vacanze. E quella risultò essere una specie di cosa carina. Ora faccio molte vacanze e il mio io dei 20 anni sarebbe disgustato del mio io attuale. […]. Ma sì, ho un’opinione abbastanza dura sul fatto che si dovrebbe fare un grande sacrificio durante i primi anni“.