ebike Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Bonus bici 2020, serve lo scontrino parlante: che cosa è

Per richiedere il bonus bici basta anche lo scontrino parlante, oltre che la fattura. Ecco cosa è come richiederlo in fase di acquisto

Per ottenere il bonus Bici 2020 per l’acquisto di un monopattino elettrico, di una e-bike, di una bicicletta o di un altro mezzo di micromobilità a zero emissioni è necessario dimostrare di aver acquistato personalmente il mezzo. Per questo non è sufficiente allegare lo scontrino, sul quale non c’è scritto altro che il prezzo di vendita.

Ma lo scontrino parlante è valido e sufficiente, come lo è anche la fattura. Chi ha già comprato un mezzo di micromobilità con scontrino tradizionale, quindi, non potrà usufruire del bonus. Chi non lo ha ancora fatto, invece, dovrà richiedere la fattura o lo scontrino parlante e non avrà problemi ad ottenere il contributo statale. Come la fattura, infatti, anche lo scontrino parlante riporta i dati fiscali sia del venditore che dell’acquirente e una descrizione del bene venduto/acquistato. Con questo documento fiscale, quindi, c’è tutto ciò che serve per dimostrare che abbiamo pagato per comprare il monopattino o la bicicletta.

Scontrino parlante: cos’è

Lo scontrino parlante nasce nel lontano 2007 ed è anche chiamato “scontrino descrittivo“. Il motivo è semplice: è molto più dettagliato rispetto a quello classico. Su uno scontrino parlante è infatti indicato anche il codice fiscale dell’acquirente e una descrizione completa del bene acquistato (e delle quantità di tale bene acquistate). Lo scontrino parlante, per capire di cosa stiamo parlando, è quello rilasciato dalle farmacie se comunichiamo il nostro codice fiscale quando acquistiamo dei farmaci ed è fondamentale per poter poi detrarre le spese per i farmaci dalle tasse.

Bonus monopattini e biciclette: come funziona

Il Governo italiano ha messo a disposizione 220 milioni per incentivare l’acquisto di mezzi di trasporto individuale a basso o zero impatto ambientale: biciclette, anche elettriche, monopattino, anche elettrici, hoverboard, segway e tutto ciò che ci permette di muoverci individualmente senza emettere CO2 o particolato in atmosfera. Il bonus bici copre al massimo il 60% del prezzo d’acquisto e comunque non oltre i 500 euro. Chi ha comprato un mezzo incentivabile dal 4 maggio potrà ottenere l’incentivo se riuscirà a dimostrare l’acquisto tramite la fattura o, appunto, lo scontrino parlante. L’incentivo copre anche l’acquisto di mezzi usati, ma non di accessori (come caschi o vestiario da ciclista). Per ottenere l’incentivo sarà necessario caricare il documento fiscale su un’apposita piattaforma che ancora non è disponibile.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963