wifi Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come migliorare la velocità del Wi-Fi quando tutti sono a casa

Maggiore è il numero di persone connesse alla stessa Rete Wi-Fi, minore è la velocità della connessione. Ecco alcuni consigli per gestire al meglio il Wi-Fi di casa

La velocità del Wi-Fi dipende da molti fattori: il tipo di connessione che abbiamo a casa, la qualità della connessione in quel dato momento, la vicinanza o la lontananza dal router, il numero di dispositivi collegati alla stessa Rete e il numero di persone che sono in casa. In molto sottovalutano quest’ultimo aspetto, ma ha un’importanza fondamentale quando il Wi-Fi non funziona o è molto lento. Più persone sono in casa, più saranno i dispositivi connessi e minore la velocità.

Come gestire il Wi-Fi della rete casalinga quando ci sono molte persone? Le regole da seguire sono semplici: la prima cosa da fare è organizzare al meglio la rete Internet di casa. Ad esempio, i dispositivi che necessitano di molta banda, come console e PC, è necessario collegarli al router direttamente tramite il cavo Ethernet. Installare un Wi-Fi extender negli angoli più remoti dell’abitazione è un’altra ottima soluzione che permette di limitare il sovraccarico sulla rete principale. Inutile dire, inoltre, che anche la scelta del router fa la differenza. Ecco alcuni semplici consigli per migliorare la velocità del Wi-Fi a casa.

I consigli base per migliorare la velocità del Wi-Fi

Ci sono alcune regole che valgono sempre e che sono un’ottima base da cui partire per migliorare la velocità del Wi-Fi. Partiamo dalla più banale: la posizione del router. Mettere il modem in un angolo remoto della propria abitazione, lontano dai dispositivi principali è un grosso errore. La scelta migliore è posizionarlo al centro, in modo da coprire in modo ottimale tutte le stanze. Se ci sono problemi di copertura, si può pensare all’acquisto di un Wi-Fi extender da posizionare nelle zone più remote.

Altro suggerimento molto utile riguarda il tipo di collegamento tra il dispositivo e il router. Nel caso di console, dispositivi per lo streaming, il consiglio è di utilizzare il cavo Ethernet e non il Wi-Fi per avere la certezza di avere una migliore qualità di connessione.

Il router

Può sembrare banale, ma non lo è: il router fa la differenza nella gestione del Wi-Fi casalingo. Maggiore è la qualità del router, più dispositivi possono essere collegati in contemporanea. Se notate rallentamenti e intoppi con il Wi-Fi, l’unica soluzione è acquistare un router top di gamma che abbia almeno un paio di antenne e supporti una gestione più intelligente della rete.

In futuro arriverà il Wi-Fi 6 che migliorerà la gestione della rete quando è in sovraccarico.

Gestire al meglio la banda disponibile

In un periodo storico in cui siamo obbligati a restare tutti chiusi in casa, la gestione della banda disponibile è fondamentale per non rallentare troppo il Wi-Fi. Come fare? Basta usare dei semplici trucchi e accorgimenti. Ad esempio, se si sta guardando un film o una serie-tv in streaming, si può abbassare la qualità del video. Le piattaforme di video streaming come Netflix, Amazon Prime Video, Disney + e YouTube sono proprio la causa principale dei rallentamenti delle rete casalinga.

Lo stesso discorso vale per le videochiamate. In questo periodo i server delle app per la messaggistica sono in sovraccarico per le troppe videochiamate e potrebbero “rompersi da un momento all’altro“. Vedersi in video è fondamentale per tenere unita la famiglia e per questo motivo una buona soluzione è iniziare una videochiamata e dopo un paio di minuti trasformarla in una semplice telefonata.

Infine, un intervento può essere fatto anche sugli aggiornamenti delle app e dei programmi per smartphone e computer portatili. Per non sovraccaricare la rete durante il giorno, li possiamo programmare nella notte quando sono di meno i dispositivi connessi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963