bambini Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come proteggere i bambini su Facebook e altri social network

Ecco una serie di consigli per evitare di mettere a repentaglio la sicurezza dei nostri figli su Internet e sulle piattaforme social

Dopo anni di anarchia, il web ci pone davanti a temi importanti: uno dei più discussi in questi ultimi tempi riguarda l’utilizzo che i bambini fanno di Internet. La Rete è sicuramente uno strumento prezioso per la loro crescita, ma allo stesso tempo molto pericoloso.

Quando si hanno nove-dieci anni è difficile saper riconoscere le tante trappole presenti su Internet e basta pochissimo per accedere a siti web non adatti agli adolescenti. Lo stesso discorso vale anche per i social network, strumenti che non possono essere utilizzati da un bambino. Ma molto spesso viene data la possibilità ai ragazzi di crearsi un profilo senza troppi problemi. E senza controllare le persone con cui entrano in contatto. Dovrebbero essere i genitori a monitorare i comportamenti del proprio figlio, ma in molti casi sono proprio loro a pubblicare le foto dei propri bambini.

Questo è uno degli argomenti che andrebbe approfondito per proteggere i bambini dai social network, in particolar modo da Facebook. Le immagini dei figli, soprattutto di quelli più piccoli dovrebbero essere postate con parsimonia e utilizzando tutte le precauzioni del caso. Le piattaforme social sono frequentate da persone senza nessun ritegno morale e che potrebbero utilizzare le immagini dei bambini per altri scopi.

Oscurare il viso

Se si vogliono proteggere i propri bambini sulle piattaforme social, i primi a dover cambiare le proprie abitudini sono i genitori. Pubblicare ogni giorno un’immagine del proprio figlio, soprattutto se piccolo di età, non è il comportamento migliore. Se proprio si vuole condividere con i propri amici le immagini del bambino, si dovrà perlomeno offuscare gli occhi o il viso. Se questa soluzione non è di vostro gradimento, è possibile optare per una seconda opzione: scegliere le persone con cui condividere l’immagine. Facebook offre la possibilità di selezionare le persone con cui condividere le foto: vicino al pulsante Pubblica è presente un altro bottone che permette di scegliere chi potrà vedere il contenuto pubblicato. Qui potremo scegliere tra Amici, Amici tranne o personalizzare la lista delle persone che vedranno l’immagine. L’ultima possibilità è la migliore per proteggere i propri bambini.

Rendere privato l’account

Su Twitter e Instagram, invece, è consigliabile rendere privato l’account. In questo modo le persone che ci vorranno seguire dovranno prima inviare una richiesta così sapremo sempre con chi stiamo condividendo le immagini dei nostri bambini. Per rendere privato l’account, basterà entrare nelle impostazioni del profilo e accedere alla sezione Sicurezza.

Su Facebook non è possibile rendere il proprio profilo privato, ma si può “chiudere” la propria bacheca in modo da mostrare le immagini dei propri figli solo agli amici. Basta entrare nelle Impostazioni dell’account, poi cliccare su Privacy e impostare Amici alla voce “Chi può vedere i tuoi post futuri?”. In questo modo i propri bambini saranno sicuramente più protetti.

Contenuti sponsorizzati