Nuovo logo di Microsoft Edge Fonte foto: Microsoft
APP

Come velocizzare l'avvio di Microsoft Edge

Microsoft applica un vecchio trucco ad Edge per renderlo più veloce: ecco come funziona "Startup Boost"

Si chiama Startup Boost ed è la nuova funzione che permette al browser Microsoft Edge di avviarsi più rapidamente, con un trucco vecchio come il mondo: precaricando all’avvio del sistema operativo parte dei servizi e processi che servono all’app e che, quindi, se li trova già pronti in memoria quando viene avviata.

Chiamata in italiano “Potenziamento all’avvio“, la funzione è in fase di test sulla versione 88 di Edge per gli insider, cioè gli iscritti al programma di beta testing di Edge. Insieme alla funzione Microsoft ha rilasciato anche una corposa pagina di FAQ in cui spiega come funziona e in cui rassicura gli utenti su un legittimo timore: no, il “potenziamento all’avvio” di Edge non va ad impattare negativamente sui tempi di avvio di Windows 10 e, secondo Microsoft, offre solo vantaggi all’utente. Tra l’altro il potenziamento resta in funzione anche quando chiudiamo il browser, affinché alla successiva riapertura di Edge possa dare nuovamente i suoi vantaggi.

Potenziamento all’avvio di Edge: come funziona

Microsoft spiega che il potenziamento all’avvio consiste nel lanciare un set di processi di Microsoft Edge in background, in modo che siano già pronti in memoria quando apriamo l’app. Questi processi vengono lanciati preventivamente in due occasioni.

La prima è all’avvio del computer, la seconda è quando il browser viene chiuso (per la precisione, in questo secondo caso, i processi vengono lasciati in memoria). Microsoft giura che tutto questo ha un impatto limitato sull’utilizzo delle risorse del dispositivo, perché alla gestione di questa funzionalità viene data una priorità molto bassa.

Di sicuro, però, lo startup boost consuma un po’ di memoria per tenere attivi questi processi. Ma Microsoft confida in un’altra funzione per far consumare meno memoria a Edge: la “Sleeping Tabs“, che manda a nanna le tab inutilizzate.

Potenziamento all’avvio di Edge: come attivarlo

Per usare il potenziamento all’avvio dobbiamo, innanzitutto, scaricare e installare la versione 88 di Edge “Canary“. Con questo termine si intendono le versioni con le funzioni più sperimentali, che ricevono aggiornamenti praticamente quotidiani.

Una volta aperta l’app di Edge Canary 88 dobbiamo andare nelle impostazioni e poi, nella colonna a sinistra, scegliere “Sistema“. Tra questo set di impostazioni, come prima voce, c’è adesso il potenziamento all’avvio con il relativo toggle, che ci permette di attivarla e disattivarla. Vale la pena, quindi, di provare questa novità per scoprire se rende l’avvio di Microsoft Edge più veloce, come promette Microsoft.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963