Come evitare notti insonni a causa delle serie tv Fonte foto: 123RF
SCIENZA

Come evitare notti insonni a causa delle serie tv

I trucchi dell'American Academy of Sleep Medicine per non pentirsi del binge-watching: come evitare notti insonni a causa delle serie tv.

La parola, che esiste da sempre, è formata dai vocaboli inglesi “binge" (traducibile con "gozzoviglia") e “watching" (che in italiano significa "visione"). Nel vocabolario Treccani l’attività di binge-watching viene definita come la "visione ininterrotta di una grande quantità di episodi appartenenti a una serie televisiva, che è interamente disponibile in rete o in cofanetti di dvd". Nessuna menzione naturalmente dei possibili "effetti collaterali", che infatti sono soggettivi, e potrebbero riguardare anche l’insonnia. In aiuto degli appassionati delle serie tv arriva la formulazione dell’American Academy of Sleep Medicine (AASM), unica società professionale dedicata esclusivamente alla medicina del sonno.

Premesso che la mancanza di riposo notturno può avere effetti collaterali come difficoltà nell’apprendimento, irritabilità, mal di testa, calo del desiderio sessuale e aumento di peso, ecco i consigli dell’AASM per godersi show di alto livello senza rinunciare a alzarsi dal letto in forma smagliante.

I consigli degli esperti americani del sonno

Fare delle pause tra gli episodi è importante. In questo caso la "minaccia numero uno" è il ciclo di riproduzione automatico, per mezzo del quale dopo un episodio ne inizia automaticamente un altro. Netflix, Hulu e altri servizi di streaming offrono la possibilità di disattivarlo. Inoltre è importante impostare un limite di episodi. L’AASM consiglia di decidere in anticipo quante puntate guardare prima di premere play, facendo attenzione ad attenersi a quel limite.

Perché la luminosità degli schermi è un problema per chi deve dormire

Altri due consigli riguardano la luce che emana dai dispositivi. Sarebbe meglio non usare il telefono a letto: innanzitutto la tentazione del binge-watching è più forte quando si sta comodamente adagiati sul materasso, una posizione che l’utilizzo del telefonino sicuramente rende più naturale. Inoltre il problema dello smartphone riguarda anche il peculiare display di questi dispositivi, la cui luminosità affatica molto facilmente gli occhi. Ecco perché sarebbe il caso di controllare la luce degli schermi: le lunghezze d’onda emanate dalla superficie dei dispositivi neutralizzano le sostanze chimiche che avvantaggiano il nostro sonno. Il consiglio in questo caso è allontanarsi da qualsiasi schermo circa mezz’ora prima di addormentarsi.

Con la raccomandazione preventiva di guardare entrambe le produzioni responsabilmente, ecco gli ultimi aggiornamenti su due attesissime serie tv messe in cantiere da Netfilix: si tratta della miniserie di Zerocalcare (che ha aggiornato i fan sullo stato di lavorazione) e della serie tv su Assassin’s Creed, tratta dal popolarissimo videogioco.

Giuseppe Giordano

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963