digitale terrestre Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Digitale terrestre, quando devi cambiare il TV

Il nuovo digitale terrestre è pronto a fare il suo debutto ufficiale: ecco chi deve cambiare il televisore e quando

Proseguono i preparativi per lanciare il nuovo digitale terrestre. Lo switch-off dall’attuale segnale a quello nuovo, denominato DVB-T2, dovrebbe avvenire entro il 30 giugno 2022. In questo periodo di transizione in tutte le Regioni partiranno i lavori affinché non ci siano problemi il giorno in cui il verrà attivato il nuovo segnale.

Per non arrivare impreparati al “giorno X” è necessario conoscere le date d’inizio dei lavori regione per regione e soprattutto cosa bisogna fare per continuare a vedere i canali del digitale terrestre. Con il nuovo segnale cambia la tecnologia di trasmissione del segnale e purtroppo molti televisori non saranno in grado di ricevere il segnale. Per questo motivo il MiSE ha istituito il Bonus TV, un incentivo di 50 euro rivolto alle fasce più disagiate della popolazione che saranno obbligate a cambiare il televisore o ad acquistare un nuovo decoder. Ecco chi e quando bisognerà cambiare il televisore.

Che cosa è il DVB T-2

Prima di capire chi potrà continuare a vedere il digitale terrestre senza dover cambiare televisore, bisogna spiegare che cosa è il DVB T-2. Si tratta del nuovo standard televisivo scelto dal MiSE per liberare le frequenze occupate dai canali del digitale terrestre per far spazio al 5G. Il DVB T-2 utilizza una tecnologia di decodifica del segnale migliore che permette una migliore qualità dei contenuti video e supporta una risoluzione fino a 8K.

Nuovo digitale terrestre, chi deve cambiare il TV

Secondo le ultime indicazioni, sono più di 2 milioni i televisori presenti nelle case degli italiani che supportano il nuovo digitale terrestre. Si prevede che siano circa 10 milioni le famiglie che, invece, dovranno acquistarne uno nuovo. In linea di massima, tutti i TV acquistati dopo il 1 gennaio 2018 sono in grado di ricevere il nuovo segnale. Per tutti gli altri è necessario effettuare una prova. Da oramai un po’ di tempo, sono attivi dei canali test al numero 100 e 200: se sullo schermo del TV leggete la scritta “HEVC Test”, allora vuol dire che il televisore supporta il nuovo digitale terrestre 2.0.

Calendario nuovo digitale terrestre: le date

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il calendario con il periodo in cui avverrà lo switch-off dal vecchio al nuovo digitale terrestre. Per ogni regione i giorni potranno leggermente cambiare, ma in linea di massima questi sono i tempi previsti dal Ministero.

  • 1 settembre 2021 – 31 dicembre 2021: Area 2 – Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia tranne la provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano; Area 3 – Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna tranne la provincia di Piacenza
  • 1 gennaio 2022 – 31 marzo 2022: Area 1 – Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna
  • 1 aprile 2022 – 20 giugno 2022: Area 4 – Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata; Abruzzo, Molise, Marche.

In alcune regioni, come ad esempio, la Sardegna, i lavori per lo switch-off sono già iniziati e in questo periodo potrebbero esserci problemi con la visione di alcuni canali. Per questo motivo si consiglia di effettuare la ri-sintonizzazione automatica.

Quali sono i TV e i decoder compatibili con il DVB-T2

Per sapere quali sono i TV compatibili con il nuovo segnale DVB T-2 bisogna controllare che sulla scatola sia presente il bollino “lativù”, che garantisce le caratteristiche tecnico-qualitative dei televisori. In alternativa è necessaria la presenza del bollino DVB T-2. Sul sito del’iniziativa è presente anche una lista aggiornata di tutti i modelli che possono essere acquistati per continuare a vedere la televisione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963