i requisiti dell'errore err_too_many_redirects Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Cosa fare per risolvere err_too_many_redirects

Uno dei più frequenti errori in cui ci si può imbattere navigando sul web può essere "err_too_many_redirects": ecco cos'è e cosa bisogna fare per risolverlo.

Navigare sul web non è sempre facile, e potrebbe capitare di incappare in diversi tipi di errori. Tra i più comuni, e assieme fastidiosi, è impossibile non citare quello conosciuto con il nome “err_too_many_redirects“, noto soprattuto dagli utenti che utilizzano solitamente Google Chrome come browser. Pur andando ad indicare lo stesso tipo di anomalia, i messaggi di errore variano proprio in base al browser in uso: il già citato Chrome, ad esempio, parla di un “redirect loop", mentre il concorrente Mozilla Firefox di “redirect della pagina".

In ogni caso, ci troviamo di fronte ad una situazione che potrebbe confondere molti, ma che fortunatamente può essere risolta, per altro senza troppi grattacapi. In questa guida, come avrete capito, scopriremo insieme come risolvere l’errore “err_too_many_redirects" in Chrome e su tutte le altre piattaforme principali, Safari compreso. Non solo, sarà utile per comprendere meglio la natura di questo bug di rete, che si verifica quando il sito è fermo in un loop infinito di redirect.

Cos’è l’errore err_too_many_redirects

L’errore “err_too_many_redirects" deriva generalmente da una configurazione scorretta del sito che stiamo utilizzando. Se solo uno degli elementi del portale non è configurato correttamente, può generare l’errore incriminato, innescando di conseguenza un vero e proprio circolo vizioso. Un loop, per intenderci, traducibile come un reindirizzamento automatico ciclico di pagina in pagina che non finisce mai. Ciò si traduce a sua volta in due o addirittura tre pagine in continua apertura, tra cui il sito ci fa continuamente “rimbalzare". Il risultato finale è l’anomalia oggetto della nostra guida, che si innesca quando il sito cerca di non far bloccare il server.

Fortunatamente, come per altre anomalie di  navigazione, anche in questo caso possiamo intervenire e provare ad individuare una soluzione. Permettendo finalmente al browser di tornare a funzionare. Le cause di questo errore sono diverse: potrebbe essere generato da plugin incompatibili, dal download di nuovi temi, dalla versione del browser installata, o ancora da problemi collegati all’hosting. Soprattutto, però, quelle più frequenti fanno rima con anomalie nella programmazione del sito o con la cache e i cookie del browser stesso.

err_too_many_redirects: come risolvere l’errore

Ora che abbiamo capito in cosa consiste l’errore “err_too_many_redirects", possiamo compiere lo step successivo. E porvi quindi rimedio, in base all’elemento che è andato ad innescarlo. Se il problema è legato ad un errore di programmazione, non possiamo fare altro che attendere che il gestore del sito risolva l’inconveniente intervenendo in prima persona. Se invece il problema è legato al nostro browser possiamo di conseguenza risolvere il bug di reindirizzamento semplicemente andando a cancellare la cache e i cookie. Avere dei cookie danneggiati o datati può infatti essere la causa dei loop, considerando che consentono al browser e ai siti web di monitorare la nostra attività online e salvare alcune informazioni come password e nomi di account. Questa procedura di “pulizia", davvero molto banale, può essere effettuata in pochi minuti sia da PC che da smartphone e tablet.

Appare allora opportuno iniziare il nostro intervento di riparazione pulendo i cookie presenti nel nostro browser. Per farlo, bisogna pulire la cronologia, andando pure a scegliere su quali siti mantenerli o meno. La procedura, per quanto facile, deve essere seguita rispettando tutti i passaggi, mantenendo come riferimento l’errore “err_too_many_redirects" in Chrome. “Giocando" in casa Google, gli step da seguire sono i seguenti.

Mantenendo il browser aperto, clicchiamo sul menu, vale a dire il pulsante in alto a destra della schermata e contrassegnato da tre puntini verticali, e posizioniamoci subito dopo con la freccia del mouse sulla voce “Cronologia", andando a cliccarci sopra. In questo modo Chrome aprirà una pagina con l’elenco di tutti i siti che avete visitato, con tanto di data e ora. A questo punto è il momento di cliccare su “Cancella dati di navigazione". Nel campo di ricerca dei cookie possiamo anche scegliere di digitare il nome del sito web di cui non vogliamo cancellare i cookie, eliminandoli cliccando sul cestino.

È comunque importante notare che, prima di avviare la pulizia della cache e la cancellazione dei cookie, è opportuno selezionare la tab “Avanzate", per andare a spuntare “Tutto" in “Intervallo di tempo", e successivamente le voci relative ai cookie e alla cache. Ora non rimane che avviare la cancellazione dei dati cliccando semplicemente sul pulsante Cancella dati. Svuotare la cache impone al browser che stiamo utilizzando di andare a recuperare nella sua memoria temporanea una copia più recente disponibile dal sito web, cosa che generalmente dovrebbe accadere automaticamente ma non sempre succede, da qui l’errore di redirect.

Se abbiamo effettuato correttamente i passaggi indicati in precedenza, la pagina che ci visualizzava l’errore “err_too_many_redirects" dovrebbe riprendere a funzionare. A margine, segnaliamo che è possibile cancellare i cookie anche su Firefox e Safari. Nel primo caso, indirizzatevi su “Preferences", poi su “Privacy & Security," e infine su “Manage Data", per una procedura praticamente identica a quella utilizzata per Chrome; nel secondo, cliccate su “Preferences", su “Privacy" e poi su “Manage Website Data".

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963