Fitbit Fonte foto: 123 RF
GUIDE ALL’ ACQUISTO

Fitbit: tutte le funzionalità del Fitness Tracker

Con gli smartwatch e i Fitness Tracker di Fitbit tieni monitorati attività fisica e programmi sportivi semplicemente guardando il tuo polso

Fitbit è un’azienda americana specializzata nella vendita di smartwatch e Fitness Tracker, dispositivi pensati appositamente per gli allenamenti e la salute, disponibili nelle versioni per adulti, bambini e tutta la famiglia. Tra le funzionalità di Fitbit c’è il monitoraggio del battito cardiaco, il rilevamento delle fasi del sonno, il calcolo delle calorie bruciate e i pagamenti da mobile, con tecnologia NFC e app Fitbit Pay. Ecco i modelli in commercio, i prezzi e una guida alle funzionalità principali dei tracker Fitbit.

Che cos’è Fitbit

Fitbit è un’azienda con sede a San Francisco, negli Stati Uniti, fondata nel 2007 da Eric Friedman e James Park. La società si occupa della commercializzazione di dispositivi per il mondo del fitness, in grado di effettuare alcune misurazioni come il numero delle calorie ingerite, i passi realizzati durante la giornata e le ore di sonno. Con il tempo sono state aggiunte delle funzionalità per la salute, tra cui ad esempio il monitoraggio dei battiti cardiaci, tramite sensori HR che rilevano le pulsazioni dal polso.

L’azienda americana produce oggi diversi dispositivi mobili, tra cui soprattutto Fitness Tracker e smartwatch, con modelli per adulti, bambini e collezioni per la famiglia. Inoltre mette a disposizione anche vari accessori, tra cui la bilancia intelligente Aria 2, le cuffie Fitbit Flyer e un’applicazione per gli allenamenti di fitness, Fitbit Coach. L’app è compatibile con Android e iOS, tuttavia prevede un costo annuo di 43,99€, che comprende l’accesso a istruttori qualificati, file audio ed esercizi video personalizzati.

Come funziona Fitbit

Fitbit è un sistema integrato sviluppato dall’omonima società americana, che prevede l’acquisto di un dispositivo mobile e l’integrazione dell’apposita app. Una volta comprato uno smartwatch o un Fitness Tracker Fitbit, è necessario scaricare l’applicativo e seguire la procedura guidata per la configurazione. Dopo l’attivazione è possibile usufruire di tantissime funzionalità evolute, tra cui la pianificazione degli obiettivi. Con Fitbit si possono registrare le ore di sonno, per analizzare le prestazioni settimanali in base ai valori impostati, controllare il numero di passi compiuti ogni giorno, ad esempio per andare a lavoro o portare a spasso il cane.

Inoltre è possibile contabilizzare le calorie giornaliere, per inserire tali dati all’interno di schede di alimentazione settimanali, creare dei calendari degli allenamenti, visualizzando per ogni giornata gli esercizi da svolgere e gli obiettivi da raggiungere, oppure utilizzare il servizio di tracking per le escursioni e le gite con gli amici.

Gli allenamenti sportivi possono essere condivisi con i propri contatti, tramite SMS, email o social network, è possibile partecipare a gare multimediali con altri iscritti di Fitbit, ricevere notifiche sugli allenamenti, misurare il livello di disidratazione, il battito cardiaco e molto altro ancora.

Tutti i modelli di smartwatch Fitbit in commercio

I dispositivi Fitbit si possono dividere tra smartwatch e Fitness Tracker. Tra i prodotti di maggior successo c’è lo smartwatch Ionic, disponibile a un prezzo di 269,99€, un apparecchio che consente di visualizzare esercizi personalizzati, rilevare la distanza percorsa e il numero dei passi con il GPS, ascoltare musica dalla propria playlist Deezer e monitorare il battito cardiaco con PurePulse.

Lo smartwatch è resistente all’acqua, compatibile con il nuoto e gli auricolari Bluetooth, monta un display touch screen ad alta risoluzione, con tecnologica NFC per i pagamenti da mobile con Fitbit Pay.

Un altro dispositivo di ultima generazione è Versa, uno smartwatch piuttosto economico che ha lanciato la sfida agli Apple Watch. La collezione prevede tre modelli differenti, la versione base di Versa, Special Edition e Lite Edition.

Dispongono di una batteria con 4 giorni di autonomia, schermo resistente all’acqua fino a una profondità di 50 metri, monitoraggio del battito, rilevamento del sonno e degli allenamenti, compatibilità con diverse app, riproduzione di file audio e notifiche in tempo reale.

La versione Versa Special Edition mette a disposizione delle funzionalità aggiuntive, tra cui la riproduzione di musica in streaming e la visione degli esercizi direttamente sul display, tramite l’applicazione Fitbit Coach, con oltre 15 modalità di allenamento differenti per la corsa, il nuoto e molti altri sport. Gli smartwatch possono essere completamente personalizzati, con cinturini in pelle o in tessuto ibrido, oppure optando per la cassa in acciaio inossidabile. Tutti i modelli permettono di accedere alla community di Fitbit, oltre 10 milioni di persone per condividere allenamenti, sfide e suggerimenti.

Per quanto riguarda il prezzo di vendita è possibile acquistare lo smartwatch Versa a 199,99€, scegliendo tra le colorazioni nero, pesca/alluminio e grigio argento, mentre il top di gamma Versa Special Edition presenta un prezzo di 229,99€, con due varianti estetiche in tessuto lavanda e cassa in alluminio rosa, oppure con cinturino in tessuto antracite e cassa in grigio grafite. La versione alleggerita dello smartwatch Fitbit, Versa Lite Edition, è disponibile a un costo di 159,99€, nelle colorazioni bianco/grigio argento, lilla/grigio, magenta e azzurro.

Tutti i modelli di Fitness Tracker Fitbit in commercio

Oltre agli smartwatch Fitbit produce anche i Fitness Tracker, dispositivi simili agli orologi intelligenti ma leggermente meno complessi, con qualche funzionalità in meno rispetto ai modelli più sofisticati come Versa e Sonic.

Tra i prodotti di punta c’è Fitbit Charge 3, il Fitness Tracker più avanzato mai realizzato dall’azienda americana, disponibile sul mercato con un prezzo di 149,99€ e colorazioni grigio grafite e nero, oro rosa e blu, grigio con cinturino bianco ghiaccio, oppure con cassa in alluminio oro rosa e cinturino in tessuto color lavanda. Questo tracker sportivo offre diverse funzionalità, tra cui il monitoraggio del battito cardiaco al polso, l’analisi delle calorie bruciate durante il giorno, il rilevamento delle ore di sonno, la misurazione della distanza e il conteggio dei passi.

Inoltre è presente un pannello dal quale gestire le app compatibili, come Fitbit Pay per i pagamenti da mobile, Fitbit Coach per gli allenamenti personalizzati e oltre 15 programmi di esercizi per il nuoto, lo yoga, la bici e la corsa in tempo reale.

Per la salute è presente Fitbit Alta HR, con cardiofrequenzimetro, display OLED e notifiche dai profili social, come WhatsApp e Facebook, con un prezzo intorno a 144,99€. L’azienda ha sviluppato anche un Fitness Tracker per i bambini, Fitbit Ace 2, indicato dai 6 anni in su. Il dispositivo ha una struttura resistente all’acqua, fino a 50 metri di profondità, autonomia di 5 giorni, monitoraggio del sonno, contapassi e sistema di controllo da parte dei genitori. Tuttavia non è ancora presente in commercio, infatti verrà lanciato in estate con un costo di 70€ circa.

Infine fra i Fitness Tracker c’è l’apparecchio per tutta la famiglia, Fitbit Inspire, che consente di collegare vari dispositivi allo stesso account, per monitorare i risultati dei propri figli e del partner, allenandosi insieme ma stabilendo obiettivi differenti. Tra le funzionalità di Fitbit Inspire ci sono rilevamento del battito con PurePulse e sensore HR, modalità di allenamento con esercizi personalizzati, notifiche social, monitoraggio delle fasi del sonno e registrazione delle calorie bruciate. Prezzo di acquisto a partire da 69,99€, con colorazioni nero, lilla e bianco.

Come scaricare l’app di Fitbit

Quando si acquista un dispositivo Fitbit, il primo passo da effettuare è scaricare l’apposita app di fitness, realizzando il download dell’applicazione su Google Play Store, App Store o Windows Store. L’app Fitbit è compatibile con quasi tutte le versioni di Android, con iPhone, iPad e iPod Touch, dotati di sistema operativo iOS dalla versione 10.0 a quelle successive, oppure con pc, tablet, smartphone e consolle che utilizzano almeno Windows 8 o Xbox One. Fitbit supporta veramente molti device differenti, oltre ovviamente ai dispositivi realizzati dall’azienda stessa.

Procedura di configurazione di Fitbit

Dopo aver scaricato l’app Fitbit sul proprio dispositivo, è necessario procedere con la configurazione dell’applicazione e la creazione di un account. In base al tipo di apparecchio acquistato si può scegliere tra un account personale, familiare o per bambini, quest’ultimi disponibili con il device Fitbit Ace, che permette di collegare vari profili allo stesso account, scaricare i dati relativi al proprio figlio e monitorare alcuni parametri, come il battito cardiaco durante le attività sportive e il posizionamento tramite rilevamento satellitare.

La configurazione di Fitbit è piuttosto semplice, infatti basta accendere il proprio dispositivo, aprire l’applicazione e seguire la procedura guidata per creare un account. In questo caso è necessario selezionare l’apparecchio, toccando il nome del device tra quelli proposti nel menù a scorrimento, inserendo successivamente tutte le informazioni richieste, compreso un indirizzo email di posta elettronica per verificare la propria identità. Infine basta scegliere il tipo di account da attivare, accettare l’informativa sulla privacy e sincronizzare il proprio dispositivo a Fitbit.

Per effettuare la stessa procedura da pc, bisogna soltanto fare il download del file .exe dal sito ufficiale di Windows Store, installare l’app Fitbit nel proprio computer, creare un account inserendo le proprie credenziali, oppure realizzando il login con il vecchio profilo, tramite l’indirizzo https://www.fitbit.com/login. Fitbit è compatibile con i sistemi operativi Windows 8 e 10 Home e Pro, perciò è fondamentale controllare la versione del proprio sistema, altrimenti è necessario procedere prima con un aggiornamento di Windows.

Come personalizzare il proprio account Fitbit

Una volta installata l’app Fitbit sul proprio dispositivo è possibile personalizzare l’account, inserendo alcune informazioni per creare obiettivi, piani di allenamento e programmi fatti su misura in base alle proprie esigenze. Ad esempio è importante mettere i dati relativi al peso, l’altezza, il genere e soprattutto scegliere alcuni obiettivi da raggiungere, come le ore di sonno che si vogliono dormire ogni notte, il numero di passi minimo da realizzare tutti i giorni o i minuti di corsa da rispettare durante l’allenamento al parco.

Fitbit è anche compatibile con altri sistemi, tra cui Amazon Alexa, Strava, Runkeeper e MyFitnessPal, perciò è possibile collegare tali applicazioni per sincronizzare i dati e i risultati. Una funzionalità interessante è il calcolo delle calorie, ottenibile automaticamente tramite Fitbit e MyFitnessPal, tuttavia per assicurare una maggiore privacy è possibile limitare l’accesso ai dati personali, impostando le autorizzazioni per ogni applicazione all’interno del proprio account.

Fitbit: come calcolare le calorie bruciate

Ogni 24 ore Fitbit effettua il monitoraggio delle calorie bruciate, partendo dal fabbisogno giornaliero stimato in base all’età, al peso, all’altezza e al sesso selezionati durante la configurazione dell’account. Per farlo tiene conto del metabolismo basale, delle attività sportive e degli allenamenti svolti, oppure di qualsiasi altra indicazione fornita manualmente all’applicazione. A fine giornata Fitbit resetta tutti i dati, fornendo nuove informazioni ogni 24 ore.

Una funzionalità interessante prevede la possibilità di registrare gli alimenti, inserendo all’interno del pannello principale le calorie di ogni cibo consumato con maggiore frequenza. In questo modo è possibile creare dei piani alimentari, per monitorare i progressi a seconda degli obiettivi stabiliti, tenendo conto non solo degli allenamenti ma anche delle calorie bruciate. All’interno del piano alimentare vengono mostrati il consumo calorico giornaliero, i dati delle calorie consumate e di quelle bruciate, notifiche per capire se si stiano rispettando gli obiettivi selezionati, compreso un feedback sui macronutrienti ingeriti.

Per registrare un alimento è possibile scattare una foto del codice a barre, infatti se il prodotto è presente nel database dell’applicazione verranno mostrati automaticamente tutti i valori nutrizionali. In alternativa si può inserire l’alimento manualmente dal pannello web di Fitbit, selezionando la voce Piano Alimentare > Calorie assunte o bruciate, cliccando sul simbolo della freccia in basso a destra e inserendo i prodotti presenti nella propria dieta.

Dall’app la procedura è ancora più semplice, bisogna soltanto toccare l’icona + e la voce Registra alimento.

Come contare i passi con Fitbit e misurare le distanze

Fitbit è in grado di misurare le distanze percorse grazie al sistema di conteggio dei passi. Si tratta di una funzionalità automatica, che viene impostata al momento dell’inserimento dei dati dell’altezza, del sesso e del peso, utilizzando per il monitoraggio il GPS del proprio device. Qualora la misurazione del passo dovesse sembrare errata è possibile procedere manualmente. In questo caso basta recarsi in un luogo di cui si conoscono le distanze, ad esempio un parco o una pista di atletica, scegliere un tratto che preveda almeno 20 passi ed effettuare il conteggio.

Dopodiché bisogna è necessario dividere la distanza complessiva per il numero di passi, ottenendo in questo modo la lunghezza finale. Per modificarla all’interno dell’app Fitbit basta toccare il simbolo dell’account > entrare in Impostazioni avanzate > Lunghezza Camminata > regolare il valore presente. Per contare i passi Fitbit utilizza un accelerometro, che tramite il movimento del corpo e la misura del passo è in grado di fornire un dato piuttosto preciso sul loro numero complessivo.

Alla base del sistema c’è un algoritmo, che seleziona ogni movimento per stabilire se si tratti o meno di un passo. Il sistema informatico viene continuamente aggiornato, perfezionando le misurazioni in condizioni complesse, come ad esempio in montagna in tratti particolarmente scoscesi o con forti dislivelli. Per calcolare la distanza Fitbit si avvale del contapassi e del GPS del dispositivo, incrociando i dati per ottenere un valore pressoché esatto della distanza percorsa.

Come si ricarica il dispositivo Fitbit

Qualsiasi apparecchio Fitbit viene venduto con l’apposito caricabatteria omologato, certificato UL, perciò basta collegarlo a una normale presa di corrente per ripristinare la completa autonomia del dispositivo. Attraverso le impostazioni delle notifiche è possibile ricevere un avviso, per sapere quando è necessario provvedere a una ricarica del dispositivo. La durata della batteria dipende dal sistema operativo, dal tipo di apparecchio e dalle funzionalità utilizzate, tuttavia in media è possibile avere un’autonomia di circa 5 giorni, ad esempio con il Fitness Tracker Alta.

Come si spegne Fitbit

Per migliorare le prestazioni della batteria basta disattivare il dispositivo, senza perdere i dati immagazzinati, che non vengono eliminati. Per spegnere Fitbit basta attivare lo smartwatch o il Fitness Tracker, entrare all’interno delle impostazioni e selezionare le voci Informazioni, Arresta, Conferma.

Per accendere Fitbit, invece, bisogna mantenere premuto il pulsante indietro per alcuni secondi. Alcuni apparecchi come Blaze possono perdere la sincronizzazione, quindi potrebbe essere necessario ripristinare alcuni dati come l’orario. Per spegnere Fitbit One va premuto per 12 secondi il pulsante di accensione, mentre per attivarlo bastano appena pochi secondi.