Galaxy Note 10+ Fonte foto: web
ANDROID

Galaxy Note 10 e Galaxy Note 10+ ufficiali: come sono

Sul web sono comparsi i primi due rendering ufficiali del Note 10 e Note 10+. I due dispositivi sono identici, o quasi: una fotocamera in più per il Note 10+

11 Luglio 2019 - A meno di un mese dalla presentazione ufficiale all’evento Unpacked che si terrà il 7 agosto, al Barclays Center di Brooklin, New York, arrivano finalmente i primi render ufficiali dei nuovi phablet Samsung Galaxy Note 10 e Note 10+. Il primo è stato pubblicato dal giovanissimo leaker Ishan Agarwal su Twitter, il secondo dal sito Web tedesco WinFuture.

Dai rendering emerge un design in buona parte simile ad alcuni degli ultimi leak trapelati in rete, con alcuni cambiamenti rispetto alla tradizione Samsung come lo spostamento del reparto fotografico posteriore dalla parte centrale all’angolo in alto a sinistra del dorso del telefono. Confermato, invece, il display AMOLED praticamente senza cornici, su tutti i lati, e con i bordi curvi. Sarà disponibile una colorazione con gradiente Silver/Purple che ricorda molto quella dello Huawei P30 Pro, come un po’ tutto il design di questi due phablet. Sconosciuti, al momento, i prezzi di lancio che però si prevede siano ben sopra i 1.000 euro.

Samsung Galaxy Note 10 e Note 10+: come sono fatti

Il Samsung Galaxy Note 10 e il Note 10+ saranno quasi uguali: le differenze le troveremo solo nella dimensione dello schermo e nella quantità di obiettivi fotografici posteriori. Secondo le ultime informazioni circolate, che però non trovano né conferma né smentita in questi rendering ufficiali, il Note 10 dovrebbe avere un pannello da 6,3 pollici, mentre il Note 10+ da 6,7 pollici. In entrambi i casi si tratterà di display Infinity O, con notch tondo centrale.

Galaxy Note 10 nero

Galaxy Note 10 nero

Quello che invece si vede bene dai rendering è la disposizione e la quantità delle fotocamere posteriori: tre nel Note 10 e quattro nel Note 10+. Questo quarto obiettivo, quasi sicuramente, è un sensore ToF che verrà usato per implementare la realtà aumentata sulle riprese fotografiche. Il fatto che non ci sia alcun sensore delle impronte visibile sul retro dei due dispositivi lascia intuire che sarà integrato nello schermo un in-display fingerprint reader ultrasonico, simile a quello già visto sui Galaxy S10, S10+ ed S10 5G. Non si vede neanche alcun bottone per attivare l’assistente personale Bixby. I colori mostrati dai rendering sono due: il classico nero e un gradiente dal viola al grigio che ricorda molto gli ultimi dispositivi di Huawei.

Samsung Galaxy Note 10 e Note 10+: specifiche tecniche

Mettendo da parte i rendering ufficiali e tornando alle indiscrezioni, ricordiamo che i due dispositivi di Samsung dovrebbero integrare sotto alla scocca il meglio dell’attuale tecnologia mobile: processore Snapdragon 855 o Exynos 9825, almeno 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, resistenza all’acqua certificata IP68, batteria da 4.500 mAh con ricarica a 45 Watt (il Note 10+ dovrebbe avere anche la ricarica wireless). Le connessioni disponibili saranno il 4G LTE (si prevede una versione 5G per entrambi i phablet), Wi-Fi 6, Bluetooth 5.0, NFC, e USB Type-C.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963