galaxy-s9-come-sara Fonte foto: smild.ch / Shutterstock.com
ANDROID

Galaxy S9 potrebbe essere modulare

Secondo alcune indiscrezioni nella parte posteriore del Galaxy S9 potrebbero trovare posto dei pin magnetici dove collegare diversi accessori

9 Ottobre 2017 - Cominciano a uscire le prime indiscrezioni sul Samsung Galaxy S9 e sul Galaxy S9 +, gli smartphone top di gamma dell’azienda sudcoreana in uscita a inizio 2018, con alcuni mesi di anticipo rispetto alla tabella di marcia. Dai rumors Samsung non dovrebbe stravolgere il design dello smartphone e continuare sul solco tracciato dall’Infinity Display, ma potrebbe aggiungere delle novità piuttosto interessanti che andrebbero a migliorare le funzionalità del device.

Come spesso accade in questi casi, le indiscrezioni arrivano direttamente da Weibo, il sito di microblogging più utilizzato in Cina. Le prime notizie riguardano il chipset che sarà montato sul Galaxy S9. Grazie all’accordo firmato da Qualcomm e Snapdragon per la produzione dei SoC top di gamma, il Galaxy S9 sarà il primo device a montare il nuovo Snapdragon 845 realizzato con un processo produttivo a 7 nanometri. Come già successo per Snapdragon 835 il colosso sudcoreano avrà l’esclusiva iniziale del chipset Qualcomm. Per Samsung si tratta di un vero e proprio vantaggio competitivo sugli avversari che dovrebbero aspettare un paio di mesi prima di poter utilizzare lo stesso chipset.

Come sarà il Galaxy S9

Il SoC Snapdragon 845 (nome per il momento non confermato) sarà supportato dall’acceleratore grafico Adreno 630 e da almeno 4GB di RAM. Non è escluso, però, che Samsung aumenti la RAM in dotazione portandola fino a 6GB, come già fatto con il Galaxy Note 8. Per quanto riguarda, invece, il design non dovrebbero esserci grandi novità: il Galaxy S8 ha portato una vera e propria rivoluzione all’interno del settore e il prossimo modello dovrebbe essere abbastanza simile (probabilmente verrà aumentata di poco il body rate, ovvero la percentuale occupata dallo schermo sull’intera area del telefono).

Smartphone modulare

Un’altra indiscrezione arriva direttamente da Twitter e se fosse vera renderebbe il Galaxy S9 uno smartphone veramente molto interessante. Infatti, secondo alcuni utenti iscritti al sito di microblogging nella parte posteriore dello smartphone ci saranno dei pin magnetici che permetteranno di collegare degli accessori al Galaxy S9 rendendolo di fatto un telefono modulare. La soluzione adottata da Samsung dovrebbe essere molto simile a quanto già visto con i Moto Mods o con gli accessori dell’Essential Phone di Andy Rubin.

Logicamente è ancora troppo presto per sapere se tutte queste indiscrezioni hanno un fondamento di verità, ma nei prossimi mesi ne sapremo sicuramente di più.

Contenuti sponsorizzati