Libero
youtube ios Fonte foto: Adobe Stock
APP

Google aggiorna le app per iOS: cosa cambia per YouTube

Google ha iniziato ad aggiornare le app per i dispositivi iOS e iPadOS e comincia dalla piattaforma di streaming YouTube: cosa cambia

Dopo alcuni mesi di silenzio, dovuto all’adeguamento richiesto da App Store per la gestione dei dati degli utenti, Google torna ad aggiornare le proprie applicazioni per iOS e iPadOS. Per iniziare, Big G ha scelto YouTube, una delle applicazioni del pacchetto che da qualche giorno sta dando diversi grattacapi agli utenti di Apple.

Lo stop all’aggiornamento delle applicazioni di Google sullo store virtuale di Apple coincide con l’8 dicembre 2020, data in cui il quartier generale di Cupertino ha deciso di introdurre nuove regole per la privacy degli utilizzatori dei device della mela morsicata. Proprio a partire da quella fatidica data, l’azienda guidata da Tim Cook aveva chiesto categoricamente a tutti gli sviluppatori di app di aggiungere le informazioni relative alle tipologie di dati personali degli utenti utilizzati e registrati, pena il blocco degli aggiornamenti del software. Per il colosso di Mountain View, ciò si è tradotto in un brusco stop degli update, con le app rimaste indietro rispetto alle controparti per Android che, invece, hanno continuato a evolversi, implementando funzionalità e risolvendo i bug presenti.

App Google per iOS, cosa cambia per YouTube

Il nuovo aggiornamento di YouTube, che giunge così alla versione 15.49.6, come dichiarato da Google stessa va a correggere alcuni bug e a migliorare le performance dell’app. A fare la differenza, però, sarà la completa trasparenza su quali sono i dati raccolti da Big G durante l’utilizzo: informazioni di contatto e identificativi.

Per effettuare l’attività di monitoraggio, YouTube potrebbe registrare l’ID utente e del dispositivo. Inoltre, potrebbero essere raccolti e collegati all’identità dell’utente anche altre informazioni, come quelle di contatto, i contenuti dell’utente, la cronologia di navigazione e delle ricerche, i contatti e la posizione, così come gli acquisiti e le diagnosi sulle prestazioni e sui crash.

App Google per iOS, gli altri aggiornamenti

Al momento non si hanno ancora informazioni certe su quando saranno disponibili gli aggiornamenti per le altre app di Big G anche se, superato il primo scoglio, in molti sperano che la strada sia in discesa. Infatti, come YouTube anche Gmail starebbe causando non pochi problemi, in particolare nell’aggiunta di nuovi account di posta, segnalando tramite lo stesso pop-up visualizzato sull’app dedicata allo streaming video la necessità di un aggiornamento per continuare a garantire la sicurezza dei dati.

Apple e la privacy, in arrivo l’ATT

Le etichette, però, non sarebbero l’unico metodo di Apple per tutelare la privacy dei suoi utilizzatori. Cupertino starebbe infatti per implementare l’App Tracking Transparency (ATT), ovvero una funzionalità che permetterà agli utenti di effettuare l’opt-out per il tracking pubblicitario all’interno di app di terze parti.

La novità sarà introdotta nella versione 14.5 beta di iOS e dovrebbe fare il suo debutto nella stable release corrispettiva. E già la scelta ha fatto scatenare parecchi sviluppatori, Facebook in prima linea, per il blocco dei guadagni legati alla pubblicità.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963