Libero
smartphone pieghevole Fonte foto: Shutterstock
ANDROID

Google Pixel Fold: lo schermo pieghevole sarà così

Voci autorevoli e sempre più insistenti annunciano l'arrivo nel primo trimestre 2023 di un nuovo telefono pieghevole Google Pixel Fold con display Samsung

Archiviata la presentazione di Pixel 7 e Pixel 7 Pro, durante la quale ci si aspettava l’arrivo anche di altri dispositivi di Google, si torna a parlare di ciò che non è stato presentato. Soprattutto di Pixel "Fold", il primo smartphone pieghevole firmato da Google che tutti aspettano da mesi. Alcune cose su questo dispositivo (mai ufficialmente confermato da Google) già si sanno grazie ai rumor, altre si danno per scontato in base alle conoscenze del mercato. Se parliamo di come sarà il display di Google Pixel Fold, ad esempio, entrano in gioco entrambi i tipi di informazioni.

Pixel pieghevole: come sarà lo schermo

Una cosa praticamente certa è che a produrre lo schermo di Pixel Fold sarà Samsung, cioè l’azienda con più esperienza e con la maggiore e migliore capacità produttiva in fatto di display per smartphone pieghevoli. Di conseguenza, tutti si chiedono se Pixel Fold sarà un gemello di Samsung Galaxy Z Fold4.

Secondo il leaker Kuba Wojciechowski lo schermo di Pixel Fold avrà una risoluzione di 2.208×1.840 pixel. Samsung Galaxy Z Fold4 ha una risoluzione molto simile: 2.176×1.812 pixel. Detta in altre parole: tra i due schermi potrebbero cambiare soltanto le cornici (e anche poco).

Se lo schermo sarà uguale per risoluzione, allora quasi certamente lo sarà anche per altre caratteristiche tecniche: sarà un Super AMOLED, da circa 7,6 pollici, con una luminosità media di 800 nit e una luminosità di picco di 1.200 nit.

Google Pixel Fold: quando arriva

La data di presentazione di Google Pixel Fold è un mistero: tutti ci aspettavamo di vederlo già ad inizio mese, insieme a Pixel 7 e 7 Pro, ma non è stato così.

Secondo Ross Young, CEO di Display Supply Chain Consultants (DSCC), Google Pixel Fold arriverà l’anno prossimo, nel primo trimestre e quindi entro marzo 2023. Ross è di solito attendibile su argomenti di questo tipo, perché ha le mani in pasta nell’industria dei display da anni.

Su un prodotto come uno smartphone pieghevole, chiaramente, il display è la parte più delicata, costosa e importante e attorno alla quale gira tutto il progetto. Per questo motivo ci sono buone possibilità che Ross Young abbia ragione.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963