esim Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Iliad, quando arrivano le eSim

L'operatore franco-italiano sembra non essere intenzionato a portare le eSIM a breve nel nostro Paese, né tantomeno in Francia. La conferma arriva dai vertici

28 Novembre 2019 - Dopo il lancio delle eSim da parte di TIM e Wind (in via sperimentale) e il rinvio al 2020 da parte di Vodafone, adesso sono gli utenti di Iliad a chiedersi quando arriveranno le Sim virtuali anche per l’operatore francese. Purtroppo, almeno al momento, non ci sono buone notizie.

Fino ad oggi, infatti, non è arrivata alcuna notizia ufficiale in merito alle eSim di Iliad né in Italia, né in Francia (dove il Gruppo Iliad è operativo con il brand Free Mobile). Ma non solo: Iliad, per ammissione del suo stesso fondatore Xavier Niel nel corso di un evento in Francia, non è per nulla “fan” delle eSim. Tanto è vero che in Francia quasi tutti gli operatori vendono eSim già da giugno, ma Free Mobile no. Diverso è il caso dell’operatore svizzero Salt, che non è di proprietà di Iliad ma di Niel in persona: Salt, infatti, in Svizzera le eSim le offre ai suoi clienti già da giugno. A spingere Niel in questa direzione, però, ci sono condizioni di mercato assolutamente particolari.

Iliad non vuole le eSim

Secondo quanto riportato dal blog Universo Free, specializzato in notizie e aggiornamenti sul gruppo Iliad-Free Mobile, i clienti italiani (e non solo) dell’operatore francese farebbero meglio a mettersi l’animo in pace: le eSim non arriveranno per lungo tempo. Durante un incontro con la community di Free a Parigi, infatti, Xiavier Niel ha risposto alle tante richieste in merito con un lapidario “Non siamo fan di eSim“. La strategia di Iliad, quindi, nel futuro prossimo non prevede l’offerta di questa tecnologia anche se l’azienda non ha spiegato dettagliatamente il perché.

L’eccezione Salt in Svizzera

Sembrerebbe, però, che sia Iliad e non Niel in persona a non gradire la tecnologia eSim. L’operatore svizzero Salt, di proprietà di Xavier Niel (ma non partecipata dal Gruppo Iliad), le eSim le ha già adottate a giugno 2019, in linea con quanto fatto dalla maggior parte dei concorrenti. Nel caso svizzero, però, peserebbe come un macigno la posizione di Apple. Il produttore di smartphone di Cupertino, infatti, con i suoi iPhone ha oltre 40% del mercato svizzero e gli iPhone di ultima generazione, come è noto, supportano la tecnologia eSim. Il 40% degli utenti svizzeri, quindi, è già in grado di usare questa tecnologia e, per di più, la gran parte di questa clientela la eSim la vuole. Una situazione molto diversa da quella italiana, dove ancora pochi utenti hanno uno smartphone compatibile con eSim.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963