Libero
apple sos via satellite Fonte foto: Apple
TECH NEWS

Apple ha attivato l'SOS: cosa cambia

La nuova importante funzione per la sicurezza sarà prima disponibile negli USA e in Canada, ma arriverà presto anche in Europa

Apple ha introdotto con la nuova gamma iPhone 14, su tutti i modelli, due importanti funzionalità focalizzate sulla sicurezza dell’utente. Il compito della prima è quello di rilevare gli incidenti automobilistici. La seconda consente di chiedere aiuto utilizzando i satelliti: si tratta della funzione Emergency SOS via satellite, da oggi disponibile per gli utenti negli Stati Uniti e in Canada, per poi debuttare anche in Europa a partire dal mese prossimo.

SOS via satellite: come funziona

La funzione "Emergency SOS via satellite" funziona tramite i satelliti Globalstar e consente di connettersi ai servizi di emergenza anche in luoghi dove non c’è copertura cellulare o Wi-Fi. Questo significa che non è più necessario essere connessi alle reti tradizionali per poter chiamare i soccorsi.

L’utilizzo della funzione richiederà il pagamento di un abbonamento, ma come assicura Apple, gli utenti di tutti i modelli di iPhone 14 riceveranno l’accesso gratuito a questo servizio per i primi due anni. Inoltre, è previsto che sia disponibile solo in paesi selezionati, quindi, purtroppo, non si potrà utilizzare in qualsiasi parte del mondo.

Apple ha confermato che coloro che desiderano utilizzare la funzione dovranno avere installato iOS 16.1 o versioni successive, oltre come detto, disporre di un iPhone 14.

Questa funzione consente di avvisare non solo i servizi di emergenza, ma anche amici e familiari. Infatti è possibile condividere la propria posizione attuale con loro utilizzando l’app "Dov’è".

Quando si utilizza "Emergency SOS via satellite", viene visualizzata una schermata in cui l’utente risponde, con pochi semplici clic, a delle domande pertinenti su quanto accaduto e sul motivo per cui richiede i soccorsi. Quindi, le risposte vengono inviate ai "dispatcher" che hanno inviato le domande nel messaggio iniziale, che in questo modo hanno la possibilità di comprendere rapidamente la situazione e conoscere la posizione dell’utente che chiede aiuto.

Per rispondere alle segnalazioni provenienti da Emergency SOS sono stati impiegati, a livello globale, 300 addetti stipendiati da Apple.

Apple inoltre afferma di aver collaborato con esperti di chiamate di emergenza per scegliere le informazioni di cui ha bisogno riducendo al contempo la quantità di dati che devono essere inviati ai satelliti. Il risultato è che sono necessari solo 15 secondi di cielo sereno per trasmettere un messaggio di emergenza. I tempi aumentano se ci si trova in bosco molto fitto o il cielo è coperto da nubi.

SOS via satellite: quando arriva in Italia

Come detto, la società con sede a Cupertino ha annunciato che la funzione Emergency SOS via satellite è ora disponibile per gli utenti negli Stati Uniti e in Canada. A dicembre 2022, sbarcherà anche in paesi europei selezionati quali Francia, Germania, Irlanda e Regno Unito. Non è ancora chiaro quando la funzione verrà introdotto in Italia e nemmeno il suo costo dopo i primi due anni offerti gratuitamente.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963