fortnite Fonte foto: JJFarq / Shutterstock.com
SMART EVOLUTION

Italia, boom di connessioni per Fortnite e Call of Duty

La chiusura forzata in casa sta portando molti ragazzi a passare più ore in casa e aumenta il traffico sulle infrastrutture di rete per colpa di Fornite

Abbiamo notato un incremento del 70% nel traffico internet sulle nostre linee, con un grande contributo dato da giochi online come Fortnite“. Queste le parole di Luigi Gubitosi, amministratore delegato di Telecom Italia, in un’intervista rilasciata in questi ultimi giorni. Un dato che in un altro momento storico avrebbe creato del panico, ma che ora viene preso quasi con sollievo. Forse gli italiani, e soprattutto i più giovani, questa volta hanno preso veramente alla lettera, o stanno iniziando a farlo, le misure imposte dall’ultimo decreto del Governo che ha allargato a tutta Italia la zona rossa per impedire la diffusione del contagio del Coronavirus.

Forse la campagna con tanto di hashtag dedicato #iostoacasa lanciata su Facebook e su tutti i social netowrk sta pian piano funzionando e, complice la chiusura delle scuole e una marea di tempo libero disponibile, la nostra presenza sul web è aumentata sensibilmente. Non solo Fortnite, anche Call of Duty: Warzone in questi giorni ha registrato l’iscrizione di oltre 6 milioni di giocatori unici in sole 24 ore e, probabilmente, la maggior parte dei nuovi iscritti al celebre gioco di guerra provengono proprio dal nostro Paese e da altre nazioni bloccate dagli effetti del Covid-19.

Passione per i videogame e aumento del traffico internet

Molti ragazzi, ma anche i “non più giovani” stanno riscoprendo in questi giorni la passione per i videogame. E se fino a qualche anno fa i tornei si disputavano nella cameretta del proprio miglior amico, nel 2020 si può fare anche a distanza grazie alle connessioni in fibra ottica. Fortnite e la novità Call of Duty: Warzone stanno sicuramente catturando l’attenzione di migliaia di utenti italiani, ma la situazione è molto simile anche in altre Nazioni.

Infatti, i provider europei stanno monitorando quello che accade nel nostro paese e nelle altre nazioni affette dal Coronavirus. Secondo il noto quotidiano online Bloomberg i colossi delle telecomunicazioni come Vodafone Inghilterra e la svedese Telia stanno già correndo ai ripari in previsione di un aumento esponenziale del traffico internet sulle loro reti nazionali che potrebbe avvenire nelle prossime settimane. L’Italia al momento è la Nazione più colpita, ma la chiusura quasi totale dei locali e negozi potrebbe avvenire anche negli altri Paesi europei.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963