la casa di carta Fonte foto: Tamara Arranz
TV PLAY

La casa di carta: le scene più difficili da girare

La banda di Dalì ci ha abituato a colpi di scena e situazioni imprevedibili: scopriamo assieme quali sono state le più complesse da girare

Il Volume I dell’ultima stagione della casa di carta, con i primi cinque episodi, sarà finalmente disponibile per tutti gli appassionati sulla piattaforma Netflix a partire dal 3 settembre. L’attesa cresce. Nel frattempo, scopriamo assieme quali sono state le scene più complesse che il cast ha dovuto girare in queste stagioni.

La casa di carta, come molti ricorderanno, è stata una di quelle serie a rischio cancellazione, salvata dalla chiamata di Netflix. Appena uscita in Spagna non ebbe un grande seguito dal pubblico. Una volta inserita nel catalogo di Netflix, il successo divenne planetario e la banda con il volto mascherato di Dalì, ha avuto a disposizione budget più elevati da investire per produzione, location e cachet degli attori. Sono diverse le scene e i luoghi in cui sono state effettuate stupefacenti riprese. In attesa dello sbarco di Tokyo e company che ci raccontano quello che accadrà dopo le 100 ore dentro la Banca di Spagna, vediamo quali sono state le scene più difficili da girare della casa di carta in questi anni.

La scena più difficile della casa di carta

Nella terza stagione della casa di carta, c’è una scena in cui il Professore comunica al gruppo l’ingresso in acque internazionali: sono a Nord dell’Oceano Atlantico. L’annuncio del Professore fa tirare un sospiro di sollievo a tutta la banda che è riuscita a fuggire. Questo è quello che vediamo, una banda tremante e infreddolita. Quello che è accaduto nella realtà delle riprese è differente.

La location scelta per girare questa scena è stata si una barca, ma nel mare della Thailandia a Phuket. Il clima cosi rigido è freddo era di 40 gradi sotto un sole cocente e un’umidità altissima.

Nel documentario sulla casa di carta, disponibile su Netflix, "behind the scenes" si può vedere come i criminali più amati della piattaforma boccheggino. Il Professore, che non può ovviamente apparire sudato, viene sventolato da tre persone e il duro Helsinki pare ondeggiare in maniera pericolosa mentre Rio è letteralmente accasciato su una cassa. Le facce sono stremate e come non bastasse l’umidità asfissiante e i gradi, i vestiti indossati peggiorano le condizioni della ripresa.

Altre scene impegnative della casa di carta

Recitare nel caldo umido Thailandia non è stato l’unico momento difficile delle riprese. In questi anni della casa di carta, scene, apparentemente di facile sviluppo sono divenute complesse e stimolanti per la stessa produzione!

Ricordate quando da un dirigibile, sopra i cieli di Madrid, il Professore annuncia la distribuzione di milioni di banconote in caduta dal cielo? Questa è stata una tra le scene più problematiche. Il tempo cambiava continuamente, soleggiato, piovoso e ventoso. Soprattutto quest’ultima condizione ha fatto si che si girasse più e più volte per far andar i soldi nella giusta direzione.

Ricordate quando Denver si doveva immergere nel caveau della Banca di Spagna pieno d’acqua? I mattoncini scenografici utilizzati per l’oro non solo continuavano a galleggiare, ma tutta l’attrezzatura ha finito per arrugginirsi. La scena è stata girata con grande fatica e creatività.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963