windows-7 Fonte foto: windows
TECH NEWS

Microsoft avverte gli utenti: il supporto a Windows 7 sta per finire

Microsoft ha rilasciato un aggiornamento di sicurezza in cui avverte gli utenti che dal 14 gennaio 2020 finirà il supporto a Windows 7. Ecco cosa fare

22 Marzo 2019 - Il 14 gennaio 2020 finirà il supporto a Windows 7 da parte di Microsoft. Non si tratta certo di una novità: sono diversi mesi che l’azienda di Redmond ha dato l’annuncio ufficiale e che sta spingendo affinché gli utenti e le aziende aggiornino i loro PC a Windows 10, l’ultima release del sistema operativo.

In questi giorni l’attività di comunicazione da parte di Microsoft sta aumentando e ha rilasciato un aggiornamento di sicurezza in cui avvisa gli utenti che il supporto a Windows 7 sta per terminare: mancano meno di 300 giorni. Nel messaggio che appare agli utenti, Microsoft offre anche il proprio aiuto per fare il backup dei file e preparare il PC all’aggiornamento del sistema operativo. Il supporto a Windows 7 termina a dieci anni dall’uscita dell’OS che ha ancora una quota di mercato del 40%, secondo gli ultimi dati di Statscounter. All’interno di questo 40% ci sono molte aziende che in questi anni non hanno voluto aggiornare i loro computer per paura di perdere informazioni importanti o per il mancato supporto di Windows 10 a programmi specifici.

Windows 7 sarà a pagamento

Dal 18 aprile 2019, gli utenti di Windows 7 riceveranno ogni giorno degli avvisi che gli ricorderanno che il supporto al sistema operativo sta per terminare. Microsoft spera che questa strategia li convinca a effettuare il passaggio a Windows 10, un OS che offre molte più funzionalità, ma che soprattutto ha dei sistemi di sicurezza più avanzati. Soprattutto per le aziende è importante che i propri dati siano protetti e al sicuro.

Per le aziende reticenti e che non vogliono aggiornare i loro PC, Microsoft ha previsto un supporto di altri tre anni (fino al 2023) a pagamento. L’azienda paga un abbonamento annuale e riceve il supporto per le patch di sicurezza. Il costo dell’abbonamento dovrebbe aumentare con il passare degli anni. Secondo le indiscrezioni uscire negli ultimi mesi, il costo dell’abbonamento a Windows 7 Extended Security Updates sarà di 25 dollari per il primo anno, di 50 dollari per il secondo anno passerà a 50 dollari. Per chi vorrà ancora continuare a utilizzare Windows 7 da Gennaio 2022 a Gennaio 2023 il prezzo dell’abbonamento salirà a 100 dollari per ogni dispositivo. Un prezzo decisamente alto.

Microsoft vuole rendere più conveniente alle aziende aggiornare i computer a Windows 10, piuttosto che continuare a pagare l’abbonamento a Windows 7. Vedremo se le aziende e gli utenti decideranno nei prossimi mesi di effettuare il passaggio a Windows 10.

Contenuti sponsorizzati