Libero
microsoft skype 2021 Fonte foto: Microsoft
APP

Microsoft Skype si aggiorna: più veloce, più leggero e con il fluent design

Microsoft ha avuto grandi idee per uno delle sue applicazioni di punta: ecco tutte le nuove feature che potranno usare gli utenti di Skype

Per Microsoft Skype è tempo di rinnovamento. L’ondata di cambiamenti che sta investendo Redmond grazie all’arrivo del nuovo sistema operativo dell’azienda, Windows 11, ha coinvolto anche il sistema di messaggistica istantanea e Voip; cosa possiamo attenderci dal software? Davvero molto e da ogni punto di vista.

Chi pensava sarebbero state le ultime battute per Skype, con l’integrazione di Teams all’interno dell’ultima versione dell’OS di Microsoft, ha preso un granchio. L’annuncio, arrivato direttamente dal colosso dell’informatica, ha infatti ribadito la volontà di dare nuova linfa vitale alla storica applicazione di chat e videochat con un’ampia serie di caratteristiche e uno stile totalmente differente, dettato dalle regole del fluent design introdotto già con gli aggiornamenti più recenti di Windows 10. Ma è il lancio della versione 11 ad aver spinto il team a ripensare completamente il programma, con vantaggi anche in termini di user experience, ora più piacevole e immediata.

Skype, cosa cambia

Il grande cambiamento che è difficile non notare è relativo all’interfaccia delle chiamate, ovvero quella in cui vengono mostrati i partecipanti alle videochiamate. Come anticipato entrerà in gioco il fluent design, con tanto di icone ridisegnate, temi aggiornati e scelte cromatiche che si adattano perfettamente sia alla modalità giorno che alla modalità notte del sistema operativo sul quale è ospitata l’app.

Tutti i partecipanti verranno visualizzati sullo schermo, compreso quello personale e il box di chi mantiene il proprio streaming video disattivato; ognuno potrà avere davanti agli occhi una panoramica completa dei presenti. In più, a coloro che preferiscono tenere la webcam spenta si avrà l’opportunità di associare un’immagine di sfondo per riconoscerli a colpo d’occhio, andando a sostituire il vecchio e impersonale riquadro grigio.

Le integrazioni non andranno però a gravare sulle performance: Skype potrà contare su un miglioramento delle prestazioni fino al 30% da computer desktop e del 2000% da Android. Partecipare a una videochiamata dall’Os di Google, dunque, diventerà un’esperienza accattivante, fluida e senza intoppi di alcun tipo.

Da non sottovalutare è poi lo strumento "Meet Now". Senza dover installare l’applicazione o registrarsi al servizio, si può partecipare a conversazioni della durata massima di 45 minuti semplicemente attraverso un link condiviso dall’organizzatore. Tutto avviene in maniera veloce, grazie ai cambiamenti a cui è stato sottoposto il tool che potrà contare su un’interfaccia più leggera che includerà il nome dei partecipanti, così da sapere prima chi farà parte del gruppo.

Che si tratti di Microsoft Edge, Google Chrome, Safari od Opera, tutti supportati da Skype, basta cliccare sulla Url condivisa per dare il via la videochat.

Skype, gli altri cambiamenti

Le novità passano anche dalla personalizzazione, con i suoni assegnabili dall’utente alle notifiche, così da non perderne più neanche una. Migliorano, invece, le reazioni, selezionabili più rapidamente durante le videochiamate sfruttando la nuova ricerca, in modo da cogliere sempre l’attimo perfetto.

Non una ma due webcam: con TwinCam sarà possibile gestire due distinti flussi di immagini, il primo con il quale portare avanti la conversazione video e il secondo attivabile dalla scansione di un QR code che assocerà il flusso all’utente aggiungendolo al principale. E poi c’è il traduttore universale che può effettuare una traduzione in tempo reale praticamente in ogni lingua, sia nel corso di una telefonata tradizionale/Voip o una chiamata video; una vera innovazione dal sapore futuristico.

Skype, quando le novità?

Microsoft non si è sbilanciata con una data precisa per l’introduzione delle funzionalità. Arriveranno in futuro, quasi sicuramente dopo il rilascio di Windows 11, sebbene in un lasso temporale ancora da svelare al pubblico. Non resta quindi altro da fare se non continuare a seguire gli aggiornamenti e tenere sotto controllo il programma Insider, dedicato alle anticipazioni del software di Redmond.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963