motorola razr Fonte foto: MonicaZ82 / Shutterstock.com
SMART EVOLUTION

Motorola RAZR in Italia da febbraio: cosa c'è da sapere

Motorola dà alcuni consigli su come "gestire" il RAZR ed evitare di rovinare il display pieghevole dopo pochi utilizzi. Normale che si formino dei grumi

Mancano ormai pochi giorni all’arrivo, anche in Italia, del nuovo smartphone pieghevole Motorola RAZR: Tim lo metterà in vendita a partire da febbraio, con un contributo iniziale di 299 euro seguito da 30 rate da 39 euro. Per un costo totale, quindi, di 1.469 euro. Una cifra non indifferente, alla quale dovrà corrispondere altrettanta attenzione da parte di chi lo compra.

Come già fatto in passato da Samsung per il suo sfortunato Galaxy Fold, infatti, anche Motorola ha deciso di dare informazioni chiare ai futuri compratori del RAZR affinché lo possano gestire nel miglior modo possibile senza danneggiarlo. Perché, si sa, lo schermo pieghevole è bello ma è intrinsecamente molto più fragile e delicato rispetto ad uno schermo tradizionale. Motorola sta dando queste informazioni tramite un video ufficiale: “Caring for razr“, cioè prendersi cura del proprio smartphone pieghevole. Poche regole, ma fondamentali, per usare il Motorola RAZR senza romperlo. Eccole.

Come usare il Motorola RAZR senza romperlo

La prima informazione rilasciata da Motorola sul suo RAZR è che lo smartphone è idrorepellente, quindi resiste agli schizzi d’acqua e, se capita che si bagni, va semplicemente asciugato con un panno senza preoccuparsi troppo. Poi si entra nel merito, con la descrizione dello schermo pieghevole e qui Motorola mette le mani avanti: è normale se vediamo protuberanze e granuli sotto lo schermo del RAZR, fa parte della sua tecnologia.

Tuttavia, e qui c’è la terza informazione utile, va protetto attentamente dai graffi: teniamolo lontano da oggetti affilati che potrebbero graffiarlo (ad esempio le chiavi) anche se, quarta informazione utile, il RAZR ha uno strato protettivo sullo schermo e non gli vanno applicati sopra altri strati, come le normali pellicole protettive. Infine, ultima informazione di Motorola sul RAZR, non dobbiamo mai scordarci di chiuderlo prima di rimetterlo in tasca.

Gli altri video sul RAZR

Oltre al video su come prendersi cura del nuovo smartphone pieghevole, Motorola ne ha anche rilasciati altri con i quali elogia le potenzialità del suo primo prodotto pieghevole. Un video, ad esempio, è dedicato alla fotocamera e ci ricorda che il RAZR può scattare automaticamente i selfie quando percepisce che stiamo sorridendo, che ha il “Portrait Mode” con l’immancabile effetto bokeh (a quanto pare parecchio accentuato), che ha una potentissima modalità per le foto notturne e che ha la funzionalità “Camera Cartoon” per fare le foto ai bambini. Quest’ultima è un tocco di genio: sul piccolo schermo esterno vengono visualizzati dei fumetti animati per attirare l’attenzione dei più piccoli, facendo in modo che guardino verso l’obiettivo mentre li stiamo fotografando.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963