the witcher netflix Fonte foto: Netflix
TV PLAY

Netflix annuncia Blood Origin, serie TV prequel di The Witcher

La mini-serie da 6 episodi racconterà la nascita del primo witcher e si concentrerà sulla comunità degli elfi e delle creature mostruose. Ecco i dettagli

I fan di The Witcher sono sicuramente tra i più felici in questi giorni: dopo la conferma di una seconda stagione, Netflix annuncia anche la produzione di un prequel, intitolato Blood Origin. Anche se non rivedremo Geralt di Rivia, potremo goderci le ambientazioni fantasy e comprendere meglio gli eventi della saga principale.

Infatti, la serie tv Netflix è solo una parte della complessa storia nata dalla penna dell’autore polacco Andrzej Sapkowski. In base ai romanzi sono stati realizzati anche i videogiochi di CD Projekt RED, che seguono le vicende di Geralt pur non attenendosi ai libri, e solo per ultima è arrivata la serie che ha avuto un enorme successo. Insomma, è proprio un periodo florido per questa serie ed ecco che la piattaforma di streaming ne approfitta per lanciare un’altra mini-serie da sei episodi.

The Witcher – Blood Origin: la possibile trama

La serie tv racconterà il mondo che abbiamo imparato a conoscere grazie a Geralt di Rivia (interpretato nella seri TV da Henry Cavill) concentrandosi però circa 1.200 anni prima della sua nascita. Parlerà in particolare della comunità degli elfi e racconterà come era il loro mondo prima dell’arrivo degli esseri umani e soprattutto prima della Congiunzione delle Sfere, una sorta di catastrofe magica che intrappolò molte creature fantastiche.

In questo momento storico comparirono anche gli umani che invasero il mondo degli elfi. I witcher sono degli umani modificati geneticamente per poter combattere e uccidere i malvagi mostri. La serie tv quindi ne approfitterà per raccontare la nascita di questi guerrieri e soprattutto del primo witcher.

The Witcher – Blood Origin: la produzione

I dettagli sono stati raccontati da Declan de Barra, uno dei creatori del nuovo contenuto in arrivo su Netflix, che si è già occupato della serie tv principale. Lauren Schmidt Hissrich, la showrunner della prima e seconda stagione (in arrivo) di The Witcher si occuperà della produzione esecutiva.

Anche l’autore dei famosi romanzi avrà un ruolo centrale, sarà infatti il consulente creativo e si impegnerà per permettere alla produzione di seguire le orme del primo witcher e della fusione tra il mondo dei mostri, degli elfi e degli umani. Insomma, anche stavolta Netflix si è avvalsa dei migliori professionisti per la creazione del prequel. Lo stesso Sapkowski si è detto molto soddisfatto del progetto: “È emozionante vedere come questo mondo, com’era stato progettato in origine, si stia espandendo. Spero porterà anche più fan all’universo dei miei libri”.

Per ora non ci sono dettagli sul casting e sulla data di uscita, anche se appunto si sa che il secondo ciclo di The Witcher ricomincerà le riprese in agosto nel Regno Unito.

Chi ama il fantasy ma ancora non ha visto la prima stagione, può guardare subito The Witcher su Netflix in italiano. D’altronde tra circa un anno arriverà la seconda stagione che svelerà ancora meglio il personaggio di Geralt e della comunità dei witcher.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963