netflix Fonte foto: pixinoo / Shutterstock.com
APP

Netflix gratis addio: scompare il periodo di prova

Netflix ha deciso di cancellare il periodo di prova gratuito per i suoi utenti: d'ora in poi per accedere al servizio in streaming bisognerà abbonarsi

Stop al periodo di prova di Netflix: la piattaforma dedicata allo streaming di film, serie tv e altri contenuti video per tutte le fasce di età ha scelto di dire basta ancora una volta alla possibilità di beneficiare della fase trial, che fino a poche ore fa concedeva la possibilità di accedere a tutti i contenuti della sua vasta libreria.

Non è la prima volta però che Netflix decide di mettere un punto alla fruizione, gratuita o quasi, della sua libreria per poi reintrodurla successivamente. L’ultima volta, in ordine di tempo, è stata lo scorso anno quando la piattaforma aveva voluto concedere a tutti gli interessati l’opportunità di iscriversi per 30 giorni, registrandosi con carta di credito, per poi eventualmente disdire l’abbonamento prima dell’attivazione effettiva e, di conseguenza, del relativo addebito. Diversa invece è stata la modalità disponibile fino a poche ore fa: si è infatti trattato di un abbonamento con possibilità di rimborso. Infatti, una volta completata l’iscrizione a Netflix e pagato il corrispettivo in base al piano scelto, il nuovo cliente aveva a sua disposizione un lasso di tempo per decidere se proseguire o, in pieno stile soddisfatti o rimborsati, inoltrare una richiesta di disdetta e vedersi accreditare quanto inizialmente sborsato.

Netflix: cosa cambia senza il periodo di prova

In seguito alla decisione, Netflix ha provveduto a rimuovere tutte le pagine relative alla possibilità di optare per un periodo di prova gratis, introducendo al loro posto una faq a conferma del repentino cambio di rotta. Da oggi, dunque, chi vorrà iscriversi alla piattaforma dovrà orientarsi direttamente su uno dei tre profili disponibili in fase di registrazione e pagare a prezzo pieno l’abbonamento.

Una volta effettuata l’iscrizione e addebitato il costo, il cliente potrà in ogni caso interrompere il contratto, senza però poter beneficiare di alcun rimborso e avendo l’accortezza di farlo entro 24 ore dal rinnovo, pena un ulteriore addebito per il mese successivo. Di contro, ricordiamolo, sarà possibile accedere a Netflix e a tutti i contenuti disponibili fino alla fine del periodo di sottoscrizione.

Netflix, l’addio al periodo di prova come i competitor diretti

Netflix non è la prima società di streaming che decide di dare un taglio al periodo di prova, anche alla luce del fatto che non esiste alcun obbligo dal punto di vista legale di concedere un periodo trial ai potenziali clienti. Lo stesso passo è stato compiuto infatti anche da Disney+, altro rivale diretto della piattaforma, che recentemente ha bloccato i sette giorni gratis per dare uno sguardo alla collezione di contenuti, dai film targati Marvel all’animazione fino ai documentari di National Geographic, a soli pochi mesi dal debutto sul mercato italiano.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963