Netflix ora verifica dove abitiamo, cosa si rischia
APP

Netflix ora verifica dove abitiamo, cosa si rischia

Netflix inizia a stringere sui profili multiutente con la verifica per chi dichiara di coabitare con il titolare dell'account: ecco come funziona e che succede se la verifica non va a buon fine.

L’usanza, assai diffusa in tutto il mondo, di condividere gli account Netflix con amici e parenti potrebbe avere i giorni contati: il colosso dello streaming ha infatti annunciato di stare testando una nuova funzionalità che chiede agli utenti di confermare la coabitazione con il titolare dell’account tramite una procedura guidata.

Netflix, infatti, permette ai suoi utenti di creare fino a cinque profili diversi, con un solo requisito: tutti i titolari dei profili devono vivere nella stessa casa, in pratica devono essere una famiglia o comunque conviventi, altrimenti niente Netflix multiutente. Cedere uno dei propri profili all’amico che vive da un’altra parte, tuttavia, anche se ufficialmente non si può fare è stato tollerato per anni da Netflix. Ora, però, la concorrenza si è fatta agguerrita e Netflix stringe sulle condivisioni dei profili al di fuori delle mura domestiche. A questo serve la nuova procedura in fase di test.

Netflix multiutente: cosa cambia

Un piccolo numero di utenti Netflix sta ricevendo in questi giorni un messaggio che chiede loro di confermare che vivono con il proprietario dell’account. Per farlo devono inserire un codice inviato al proprietario via e-mail o via SMS.

Gli spettatori possono ritardare la verifica e continuare a guardare Netflix, ma il messaggio riappare quando aprono di nuovo Netflix. L’idea è che se due persone vivono nella stessa casa è facile sbrigare la procedura in pochi secondi, ma se vivono lontani non lo è affatto.

In caso di mancata verifica, quindi, il multiutente potrebbe essere bloccato per il profilo non verificato costringendo l’utente ad aprire (e pagare) un account personale.

Netflix: la festa è finita

E’ stato un portavoce della stessa Netflix a chiarire, se mai ce ne fosse dubbio, che lo scopo di questa procedura è scollegare chi non ha diritto al multiutente: “Questo test è progettato per garantire che le persone che utilizzano account Netflix siano autorizzate a farlo“.

A chi usa l’abbonamento Netflix di qualcun altro, quindi, non resta che sperare che questo test resti un test: Netflix testa costantemente nuove funzionalità con gli utenti, ma non sempre ciò porta ad un vero cambiamento dell’app o del servizio.

La verifica dell’abitazione, quindi, potrebbe non essere allargata a tutti gli utenti anche se, va detto chiaramente, le parole del portavoce lasciano pensare proprio al contrario.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963