Libero
oppo k9 pro Fonte foto: OPPO / Weibo
ANDROID

Oppo K9 Pro ha tanta potenza e un ottimo schermo a un prezzo mini

Oppo K9 Pro è ufficiale in Cina: si tratta di un prodotto interessante perché audace esteticamente e anche in termini di rapporto qualità prezzo

Oppo K9 Pro è ufficiale da poche ore in Cina, dove esistono tutte le premesse affinché possa conquistare una buona fetta del mercato. Del resto lo smartphone si presenta con tanta potenza, uno schermo ottimo per equilibrio e un prezzo più che ragionevole, almeno quello praticato in Cina dove la commercializzazione è già partita.

La tanta potenza di Oppo K9 Pro è assicurata dal chip Dimensity 1200 di MediaTek, recente leader mondiale dei semiconduttori che ha tirato fuori un chip davvero molto valido, e lo ha dimostrato a bordo del recente OnePlus Nord 2. C’è poi un display con una frequenza di aggiornamento elevata – si arriva a 120 Hz – dalla diagonale né troppo contenuta né, al contrario, troppo grande, e che promette bene in termini di qualità grande al pieno supporto alla gamma cromatica DCI-P3. In questo quadro si inserisce un prezzo davvero contenuto, alla luce delle specifiche tecniche, anche se va detto subito che se K9 Pro dovesse arrivare dalle nostre parti non lo farà al prezzo cinese convertito in euro.

Oppo K9 Pro: com’è fatto

Oppo K9 Pro vanta uno schermo ampio ma ad un livello che potrebbe risultare fastidioso o difficile da utilizzare alla maggior parte delle persone: si tratta di un pannello AMOLED da 6,43 pollici con risoluzione Full HD+ e fattore di forma di 20:9, quindi abbastanza più lungo che largo per facilitare la presa con una mano sola.

Ha una frequenza di aggiornamento di 120 Hz, dunque l’utilizzo dovrebbe risultare parecchio fluido, e una grande precisione nei colori dal momento che supporta il 100% della gamma cromatica DCI-P3. Integra il lettore di impronte digitali per lo sblocco sicuro.

A svolgere le attività quotidiane dei clienti di Oppo K9 Pro pensa il MediaTek Dimensity 1200: si tratta di un chip octa core realizzato con processo produttivo a 6 nanometri che può spingersi fino alla frequenza di 3 GHz, quindi di sicuro non pecca in prestazioni massime. A supportarlo ci sono 8 oppure 12 GB di memoria RAM di tipo LPDDR4X e 128 o 256 GB di spazio di archiviazione di tipo UFS 3.1.

Sul fronte della multimedialità, Oppo K9 Pro propone tre fotocamere posteriori: il grandangolo principale è da 64 MP con apertura f/1.7, poi ci sono una ultra grandangolare da 8 MP f/2.2 con campo visivo di 119 gradi e infine un sensore macro – per le foto ravvicinate – da 2 MP con apertura f/2.4. Sulla superficie anteriore c’è una fotocamera da 16 MP f/2.4 per selfie e videochiamate.

Nessuna rinuncia in merito alla connettività. Oppo K9 Pro arriva con 5G SA/NSA, Dual 4G VoLTE, Wi-Fi 6 802.11 ax (2,4 GHz + 5 GHz), Bluetooth 5.1, GPS/GLONASS, USB-C, NFC, oltre ad altoparlanti stereo e soprattutto l’ingresso per il jack audio da 3,5 mm che in molti ancora rimpiangono.

La batteria è un’unità da 4.500 mAh con ricarica rapida da ben 60 watt. Oppo K9 Pro è uno smartphone dual SIM su cui c’è l’interfaccia utente ColorOS 11.3 di Oppo che è basata su Android 11.

Oppo K9 Pro: quanto costa

Oppo K9 Pro è attualmente in preordine in Cina, le prime unità saranno effettivamente disponibili dal 30 settembre. In Cina occorrono l’equivalente di 290 euro per la variante 8+128 GB e di 355 euro per quella da 12+256 GB.

Ancora ignora l’eventuale commercializzazione in occidente, ma se dovesse arrivare lo farebbe certamente a prezzi superiori a causa di tasse e balzelli vari.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963