App per pagare con smartphone iOS e Android Fonte foto: 123rf
APP

Migliori app per pagare con smartphone

Esistono diverse applicazioni, con funzioni differenziate, per pagare con lo smartphone sia Apple che Android: Satispay, Apple Pay e molte altre.

Al giorno d’oggi con il nostro smartphone facciamo di tutto: è un navigatore satellitare, un mini computer che ci consente di essere connessi 24 ore su 24, è una mini consolle per giocare. Da qualche anno a questa parte, lo smartphone, è anche un sistema di pagamento che ci consente di fare i nostri acquisti ovunque ci troviamo senza dover tirare fuori dalla nostra borsa o dalle nostre tasche denaro contante e bancomat.

Grazie alla tecnologia contactless possiamo eseguire qualsiasi transazione in pochissimi secondi ed in più con la stessa sicurezza di un bancomat. Scopriamo insieme quali sono le migliori applicazioni per pagare con gli smartphone Apple e Android.

Pagamenti con lo smartphone: come funzionano e in cosa consistono

Spesso quando si parla di pagamenti con lo smartphone, ci si limita a pensare al semplice utilizzo che si fa per pagare nei negozi e nei supermercati, ma in realtà include una realtà ben più ampia. Nello specifico le applicazioni create ad hoc per pagare attraverso lo smartphone vanno distinte secondo delle precise caratteristiche:

  • la tecnologia utilizzata per connettersi con il terminale di riferimento;
  • la tipologia di pagamento che si vuole fare in base alle proprie necessità.

Vediamole nel dettaglio.

Pagamenti con lo smartphone: la tecnologia impiegata

Quando ci si riferisce alla tipologia di tecnologia impiegata nei pagamenti con lo smartphone, andiamo ad identificare due tecnologie ben definite:

  • il pagamento tramite il sistema del codice a barre QR (Qrcode);
  • il pagamento tramite tecnologia NFC.

Pagamenti via smartphone tramite QR Code

Il QRcode è stato uno dei primi a svilupparsi e ha trovato ambiente fertile negli ambiti più disparati, da quello dell’intrattenimento a quello del trasferimento dati. Tra le applicazioni che usano questa tecnologia, vale la pena menzionarne due.

  • QR Pay: questa applicazione è veramente molto facile ed intuitiva da usare ed particolarmente indicata per i pagamenti in mobiltà. Una volta installata l’applicazione tutto ciò che dovrai fare è attivare la fotocamera del tuo telefono e fotografare il codice a barre. QR Pay è utilizzabile anche per i trasferimenti di denaro da un conto all’altro, il tutto semplicemente selezionare dalla rubrica telefonica il numero di telefono del beneficiario.
  • DropPay: è un’applicazione tra le più versatili ed interessanti. Anche quest’ultima può essere utilizzata sia per i pagamenti nei negozi fisici e online, sia per i trasferimenti di denaro in Italia e all’estero. Il grande vantaggio di questa applicazione, sta nel non utilizzare il sistema a wallet come applicazioni ben più quotate come Apple pay o ancora Satispay, ma per poterla utilizzare, sarà sufficiente inserire il tuo numero di telefono ed inserire la password di riferimento e il codice di verifica che ti verrà ogni volta comunicato via sms. Potrai utilizzarla nei pagamenti più semplici come la spesa al supermercato o ancora nel pagamento dei bolletini postali (pagando il consueto euro di commissione già richiesto dalle poste). Potrai trasferire denaro ricaricando semplicemente il denaro necessario sul codice IBAN di riferimento o ancora fare ricariche telefoniche o pagare altre utenze come luce, gas o ancora il tuo abbonamento a Netflix. Se infine sarai  tu che dovrai ricevere un bonifico, potrai farne richiesta mandando un messaggio al numero di telefono dell’interessato. Infine se possiedi un e-commerce puoi installare facilmente il plugin di DropPay sui CMS più utilizzati, da Preatashop, a Woocommerce a Magento.

Pagamenti via smartphone con la tecnologia NFC

Quest’ultima è quella più conosciuta e diffusa e si basa sulla transazione di denaro a corta distanza in modalità senza fili. Per poterla utilizzare, è sufficiente che il nostro smartphone utilizzi la tecnologia 4G e che dunque abbia l’apposita SIM installata. Questa tecnologia infine si appoggia al sistema dei wallet, pertanto, per poter procedere al pagamento è indispensabile che il cellulare sia collegato ad un bancomat o ad una carta di credito. Ne vedremo qualche esempio nel prossimo paragrafo.

Pagamenti con lo smartphone in base alla funzionalità

Anche in questo secondo caso, quando si parla di pagamenti con lo smartphone occorre fare una  distinzione tra:

  • app specializzate nella transazione di denaro da un conto all’altro;
  • app utilizzate per fare shopping nei negozi fisici;
  • app per pagare attraverso il credito del proprio cellulare.

Pagamenti con lo smartphone: app per trasferire denaro

Una volta per poter trasferire denaro da un conto all’altro era indispensabile passare dalla propria banca di riferimento. Le transazioni erano molto lente e per poterle fare era necessario recarsi nella propria filiale o in tempi più recenti dal PC di casa. Con l’evolversi delle tecnologie, anche questa semplice funzione si è evoluta ed è diventata via via più veloce ed intuitiva. Tramite lo smartphone possiamo trasferire denaro o richiedere bonifici ovunque ci troviamo, anche in viaggio. Possiamo trovarci dall’altra parte del mondo o ancora nelle vie del centro mentre facciamo shopping. Qualunque cosa facciamo, possiamo eseguire la transazione desiderata in tempo reale.

  • N26: è un app a tutto tondo e versatile, grazie alle tantissime possibilità che vengono offerte ogni giorno gratuitamente. Ciò che la rende speciale, è il fatto di mettere insieme la semplicità dei pagamenti in mobilità alla completezza dei servizi finanziari. In pochi secondi con N26 potrai aprire un tuo conto corrente a zero spese che ti permetta di prelevare nei principali punti ATM d’Europa senza commissioni, fare shopping online senza pensieri grazie al sistema 3D secure del circuito Mastercard e naturalmente trasferire denaro in ogni parte del mondo pagando commissioni veramente vantaggiose. Tutte queste funzionalità, hanno reso N26 un must per chi cerca la comodità di una banca, ma allo stesso tempo necessità la flessibilità che solo un sistema a wallet riesce a darti. N26, però è ancora in espansione e sicuramente ci saprà serbare in futuro altre sorprese.
  • Jiffy: chi ha detto che un’app per essere valida deve essere in grado di far un po’ di tutto? A volte Le app che ci danno le migliori soddisfazioni, possono essere quelle più semplici, che sanno fare una cosa sola, ma la sanno fare meglio degli altri. Stiamo parlando di Jiffy, vale a dire il sistema più usato per il trasferimento di piccole somme di denaro in Italia. Come funziona? È sufficiente collegare il tuo IBAN al numero di telefono scelto e funziona come una qualsiasi applicazione di messaggistica come ad esempio WhatsApp o ancora Telegram o Messenger. Il suo pregio sta nel fatto che il trasferimento di denaro avviene quasi in tempo reale  e direttamente da un conto corrente all’altro. La sua semplicità di utilizzo, è stata il valore aggiunto che l’ha resa disponibile nei principali portali bancari. Non ti resta dunque altro da fare se non quello di chiedere alla tua banca di fiducia se Jiffy può essere inclusa nel tuo pacchetto dei servizi.

Pagamenti con lo smartphone nei negozi fisici

Questa categoria, non necessità di molte presentazioni, in quanto è sicuramente la più utilizzata dagli utenti. Apple Pay, Samsung Pay, Satispay, Google Pay, Paypal o ancora Hype, sono solo alcune delle tantissime applicazioni che ti permettono di farle. In particolare Applicazioni come Apple Pay e Samsung Pay sono già preinstallate nella maggior parte degli smartphone, il che agevola di molto utente nel loro utilizzo immediato. Scopriamone alcune.

  • Apple Pay: iniziamo con l’applicazione simbolo dei pagamenti via smartphone. Apple Pay, è installata su tutti gli Iphone a partire dall’iPhone 6 e da qualche anno è disponibile anche sugli Apple Watch e i MacBook. Pagare con Apple Pay è facile ed intuitivo grazie alla compatibilità con quasi tutti i sistemi bancari disponibili in circolazione. Con la tecnologia del FaceId e del Touch Id ti basterà un solo sguardo o un solo tocco delle tue dita e il gioco è fatto. Dimentica di portare con te denaro contante e carte di credito o bancomat. Su Apple Pay potrai inserire tutte le tue carte e uscire di casa portando semplicemente il tuo smartphone con te.
  • Satispay: è l’app tra le più complete in circolazione. Puoi fare shopping a prezzi vantaggiosi nei negozi convenzionati, ricaricare il tuo telefono o ancora mettere da parte i propri risparmi grazie al sistema Cashback che ti restituisce in pochi passi il resto di ogni acquisto arrotondato all’euro. Con Satispay inoltre, le lunghe code agli uffici postali saranno solo un ricordo perché potrai pagare i bollettini e le utenze di casa direttamente dal tuo smartphone, nonchè le sanzioni o le imposte direttamente con il PagoPa. Il servizio offerto da Satispay è quasi completamente gratuito ad eccezione di alcune commissioni tutte specificate nel portale che trovi qui.

Pagamenti con lo smartphone attraverso il proprio credito telefonico

Pagare con il credito telefonico è sicuramente molto comodo, specie quando c’è la necessità di pagare piccolissime cifre come ad esempio l’acquisto di un’applicazione su Google Play o ancora i parcheggi a pagamento. Tante compagnie telefoniche hanno questa funzionalità già inclusa come ad esempio la Tim o ancora MyWind.

Le applicazioni sopra elencate sono solo alcune delle tante applicazioni che si stanno diffondendo specie tra i gli appassionati dell’iTech, ma giorno dopo giorno questa modalità di pagamento diventerà sempre più un gesto naturale, che farà parte della nostra quotidianità.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963