cobra kai Fonte foto: Jace Downs/YouTube Originals/Sony Pictures Television
TV PLAY

5 ottimi motivi per rivedere Cobra Kai

Se siete amanti del karate e cresciuti sfidando gli amici con il famosissimo colpo della gru di Karate Kid non potete non vedere Cobra Kai e i motivi sono tanti: ecco i principali

Cobra Kai è una serie tv statunitense nata nel 2018 sul canale Youtube Premium e la piattaforma Netflix, molto attentamente, ha acquistato i diritti nel 2020. Gli appassionati di Karate Kid sono felici di questa scelta come dimostrano gli straordinari ascolti per queste tre stagioni. Sono diverse le ragioni che hanno reso questa serie di successo, addirittura nella Top 10 di Netflix, scopriamo assieme qualche motivo.

A distanza di anni dall’uscita del film Karate Kid – Per vincere domani, celebre successo del 1984, nasce nel 2018 a opera di Jon Hurwitz, Hayden Schlossberg e Josh Heald per la piattaforma YouTube una serie, spin-off / sequel della celebre pellicola cinematografica che ha appassionato milioni di persone. Siamo in attesa che la piattaforma Netflix metta a disposizione la quarta stagione di Cobra Kai, presumibilmente a dicembre 2021, ma, sappiamo già dalle dichiarazioni lasciate sui social degli attori che vedremo anche il quinto capitolo della serie. La produzione farà infatti partire le riprese in autunno ad Atlanta e in Georgia.

Cast, riferimenti alla saga originale e la figura paterna

Ci sono degli ottimi motivi per guardare Cobra Kai. Primo fra tutti YouTube è riuscita, a distanza di 30 anni, a far lavorare in questa serie il cast originale di Karate Kid e questo non ha fatto altro che ricreare un clima familiare di volti che già conoscevamo per riprendere in mano la storia. Questa scelta ha dato maggiore autenticità e serietà alla serie, in cui ritroviamo John Kreese, interpretato da Martin Kove, il sensei del Cobra Kai dei primi tre film di Karate Kid. Purtroppo dieci anni fa è venuto a mancare l’indimenticabile maestro Miyagi, ma gli autori hanno saputo renderlo presente con variegati riferimenti nel corso tutte le stagioni.

Ogni puntata di Cobra Kai ha riferimenti alla saga originale a partire dalle citazioni, ma anche veri e propri filmati che si collocano come feedback di ricordi e dialoghi passati dei protagonisti. Talvolta, Cobra Kai, sembra proprio uno show tributo della saga originale.

Anche in Cobra Kai, è forte la figura del maestro come padre che da insegnamenti. Il sensei John Kreese è per Jhonny l’esempio maschile da seguire, cosi come il maestro Miyagi fu per Daniel.

Il protagonista e la colonna sonora di Cobra Kai

Un altro buon motivo per vedere la serie tv Cobra Kai è da ricercare nell’evoluzione di Jhonny. Ricordate, nella serie originale come Daniel LaRusso si riprende la sua rivincita dopo essere uscito vittorioso dall’All Valley Karate Tournament del 1984? Da quel momento la sua stima e il suo essere stato bullizzato sono solo vecchi ricordi. Jhonny Lawrence, protagonista di Cobra Kai, con la sua voglia di rinascita e rivincita sono una forte motivazione per vedere questa serie tv. Trasmette una forza d’animo e di riscatto che rende Daniel LaRusso un bambino fragile al confronto.

In ultimo, ma non meno importante, la colonna sonora di Cobra Kai è un ottimo mix di canzoni rock e metal anni ‘80 che può fare solo far piacere rievocare.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963