quibi Fonte foto: rafapress / Shutterstock.com
TV PLAY

Quibi, la piattaforma di streaming che funziona solo sullo smartphone

Quibi è una piattaforma di video streaming pensata appositamente per gli smartphone. Ecco come funziona e cosa si può vedere

Come annunciato nei mesi scorsi, è arrivato negli Stati Uniti Quibi, il nuovo servizio di contenuti in streaming focalizzato sui dispositivi mobili e sui contenuti brevi. La piattaforma è molto originale sia per il tipo di contenuti che per le scelte tecniche e ha una missione esplicita: “Offrire la qualità di HBO con la convenienza di Spotify“.

Quibi, in teoria, può essere visualizzato anche su computer desktop e laptop ma, in pratica, nasce per essere fruito tramite smartphone e per questi dispositivi è ottimizzato, grazie alla tecnologia “Turnstyle“. Il catalogo disponibile ruota intorno a serie Tv e show ad episodi, con nuove puntate disponibili ogni giorno. Al momento la politica di abbonamento è a dir poco “aggressiva“: per chi si abbona entro il 30 aprile ci sono 90 giorni di contenuti gratis, poi si paga 4,99 dollari al mese. Ma sarà la novità dell’interfaccia specifica per smartphone a distinguere Quibi da tutti gli altri servizi analoghi.

Quibi: perché è diverso

Alla base di Quibi c’è la tecnologia “Turnstyle” che permette all’utente di scegliere se vedere il contenuto con lo schermo posizionato in orizzontale o in verticale. L’app si adatta, mostrando un flusso video specifico per ognuno dei due orientamenti. I flussi trasmessi all’utente, infatti, sono due per il video e uno per l’audio. Questo permette la massima libertà di fruizione dei contenuti, ma aumenta leggermente il consumo dei dati a causa del secondo flusso video.

Chi c’è dietro Quibi

Sono in molti a credere che Quibi sarà un successo. E non solo per la sua originalità, ma anche per il fatto che dietro questa app ci sono Meg Whitman e Jeffrey Katzenberg. Katzenberg è un ex Disney, la persona alla quale dobbiamo capolavori come La Sirenetta, La Bella e la Bestia, Aladdin e Il Re Leone. Ma è anche il fondatore di DreamWorks Animation, che ha prodotto Shrek, Madagascar, Kung Fu Panda. Katzenberg ha venduto nel 2016 DreamWorks Animation a Comcast, incassando 3,8 miliardi di dollari.

Meg Whitman, invece, è stata CEO di eBay e di Hewlett Packard e, di conseguenza, di Web, app e tecnologia ne sa un bel po’. E’ chiaro che Katzenberg e  Whitman si scontreranno con dei giganti, come Netflix e Disney +, ma è altrettanto chiaro che partono con una marcia in più rispetto ad altri servizi concorrenti: Quibi non è una delle tante app di streaming disponibili, è una piattaforma specifica per smartphone, per un uso in mobilità e focalizzata su contenuti brevi. E tutto questo la rende diversa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963