Overview_001 Fonte foto: Fraunhofer ITWM
PMI E INDUSTRIA 4.0

SelfPaint, il robot che dipinge con l'accuratezza di un pittore

In futuro la maggior parte dei lavori di verniciatura saranno svolti da dei robot, grazie anche a un nuovo sistema di pittura sviluppato all'istituto Fraunhofer

4 Agosto 2017 - I lavori di verniciatura in casa sono sempre una seccatura. Non solo quelli relativi alle pareti ma anche agli oggetti d’arredo come sedie, mobili o tavoli. Da oggi però non dovremo più impegnarci per dipingere in modo perfetto e per non creare troppo disordine in casa, perché ci penserà il robot pittore.

A qualcuno potrà sembrare un’innovazione incredibile eppure negli ultimi anni la combinazione di automazione e intelligenza artificiale sta cambiando radicalmente alcuni lavori. Per esempio, in passato abbiamo già parlato del robot pizzaiolo, del robot muratore o del robot giardiniere. Solo per citarne alcuni. In alcuni settori i robot vengono visti ancora con un po’ di diffidenza. E in effetti la tecnologia non ha ancora raggiunto l’abilità manuale dell’uomo. Per quanto riguarda la pittura però non è così. I robot vengono usati per dipingere oggetti ed edifici da ormai diversi anni. Pensiamo per esempio al mercato delle automobili.

SelfPaint

I robot pittori sono dunque molto affidabili. E in futuro lo saranno sempre di più, grazie anche al progetto dei ricercatori tedeschi e svedesi dell’Istituto Fraunhofer. Gli scienziati hanno realizzato, infatti, un nuovo sistema di pittura robotica chiamato SelfPaint. Grazie a un sensore laser il robot studia l’oggetto da dipingere prima di iniziare il lavoro, in modo da analizzare perfettamente tutti i lati, e la loro grandezza, sui quali dovrà spruzzare la vernice. Il robot ha degli algoritmi che durante la fase di studio simulano i vari schizzi della vernice. Una volta eseguita la pittura, SelfPaint utilizza un fascio di luce ad una lunghezza d’onda tra microonde e infrarossi, per controllare la vernice. Questo permette al robot di vedere se tutta la pittura è stata spruzzata in maniera univoca oppure se ci sono state delle sbavature.

Efficace ed ecologico

I ricercatori sostengono che SelfPaint possa eseguire un lavoro di pittura usando il 20% di vernice rispetto a un uomo, riducendo l’utilizzo di solventi e prodotti chimici. Inoltre SelfPaint consuma il 15% in meno di energia elettrica rispetto agli altri robot per la pittura anche se impiega circa il 5% in meno del tempo per finire un lavoro.

Contenuti sponsorizzati