router-wi-fi-protocollo Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Sicurezza Wi-Fi, quale protocollo scegliere

WEP, WAP, WAP2, AES o TKIP, sono diversi i protocolli di protezione e gli algoritmi di cifratura dei router. Ecco quale scegliere e come impostarli

26 Settembre 2017 - Tutti i router utilizzano dei protocolli di sicurezza, che servono per proteggere lo scambio di dati che avviene tra il modem e gli altri dispositivi Wi-Fi presenti in casa. Caratterizzati da sigle difficili da comprendere, non tutti gli algoritmi offrono lo stesso livello di protezione. Quale scegliere?

Generalmente, la maggior parte dei router sono compatibili con lo standard WPA2, acronimo di Wi-Fi Protected Access, una versione migliorata del WAP. Si tratta del protocollo più sicuro, che include due sistemi di criptazione: AES e TKIP. Gli altri protocolli sono: il WEP, sistema di protezione vecchio e molto vulnerabile e il WAP, più affidabile del WEP, ma sempre ma a rischio intrusione. La funzione dei protocolli è quella di schermare la rete da possibili intromissioni. Se la connessione wireless è senza una protezione forte, ad esempio, chiunque potrebbe intercettarla. Come risultato, un hacker sarebbe in grado di impossessarsi di molti dei nostri dati personali.

Differenza tra AES e TKIP

Abbiamo parlato dei vari protocolli e di due sistemi di criptazione AES e TKIP. Il primo è uno standard che, in termini di sicurezza, offre un grado di protezione maggiore. TKIP, invece, è un sistema di criptazione valido, ma non come l’algoritmo AES. TKIP, che per curiosità è l’acronimo di Temporal Key Integrity Protocol, è stato introdotto come standard di protezione per il protocollo WAP di prima generazione. Vi gira la testa, vero? Non vi preoccupate, a breve sarà tutto più chiaro.

Lo standard di cifratura AES, Advanced Encryption Standard, in teoria dovrebbe schermare principalmente la connessione Wi-Fi che utilizza il protocollo WAP2. Non sempre è così. Alcuni dispositivi, infatti, sono compatibili solo con TKIP, ciò significa che il router ricorrerà al protocollo WAP2 e all’algoritmo TKIP.

Un altro elemento che vi troverete accanto ai protocolli di sicurezza del router è la sigla PSK, pre-shared key, che fa riferimento alla chiave segreta del modem.

Il protocollo più sicuro

Ricapitolando, ecco cosa vi troverete nelle impostazioni di sicurezza del router: WEP 64, WEP 128, entrambi, come visto, molto vulnerabili, WAP-PSK (TKIP), WAP-PSK (AES), WAP2-PSK (TKIP), WAP2-PSK (AES) e WAP2-PSK (TKIP -AES). Ovviamente, potrete anche decidere di non utilizzare nessun sistema di sicurezza, scelta assolutamente sconsigliata.

Alla luce di tutto quello che abbiamo detto, la logica impone di scegliere la coppia WAP2-PSK (AES). Il motivo è semplice: il WAP2-PSK è il protocollo di scambio più sicuro, mentre AES rappresenta, invece, il sistema di cifratura migliore.

Non vi resta che entrare nel router e controllare se lo standard sia stato attivato in default dal device. In caso contrario, cambiatelo. Se dovessero subentrare dei problemi con la rete, ad esempio con un dispositivo compatibile solo con il sistema TKIP, potrete sempre tornare al protocollo precedente.

Contenuti sponsorizzati