scheda sim Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Tassa sulle schede SIM: cosa c'è di vero

Una nuova tassa sulle schede SIM potrebbe essere inserita nella legge di bilancio. Ma arrivano le smentite da parte del Governo. Cosa c'è di vero

14 Ottobre 2019 - Gira da un paio di giorni l’indiscrezione che, nella prossima legge di bilancio, potrebbe essere inserita una nuova tassa: quella sulle schede SIM di nuova attivazione. L’ipotesi ha già scatenato moltissime reazioni contrarie e, al momento, non è affatto confermata.

A dire no all’ipotetica nuova tassa sulle SIM non sono solo esponenti politici, sia dell’opposizione che della stessa maggioranza di Governo, ma anche diversi sindacati del settore della comunicazione. Secondo Vito Vitale, segretario generale di Fistel Cisl, una tassa del genere sarebbe deleteria sia per le piccole che per le medie e grandi aziende. Per Fabrizio Solari, segretario di Slc Cgil, tale tassa potrebbe rallentare lo sviluppo economico del Paese. Persino l’attuale Vice Ministro dell’Economia, Laura Castelli, ha bocciato la tassa senza se e senza ma. Sia il M5S che il PD hanno ufficialmente negato il loro appoggio ad una tassa del genere.

Tassa sulle SIM: chi la dovrebbe pagare

L’ipotesi circolata nelle ultime ore è già abbastanza dettagliata: prevede già chi e quanto dovrà pagare, oltre al gettito complessivo previsto per le casse dello Stato. Si parla infatti di una tassa solo per le nuove attivazioni, solo business e solo SIM ricaricabili. Una tassa da 13 euro, che potrebbe portare gettiti fino a 250 milioni di euro l’anno.

L’ipotesi dell’abolizione della TCG

A fronte di un aggravio di 13 euro per ogni nuova SIM business venduta, potrebbe arrivare anche l’abolizione della Tassa di Concessione Governativa (TCG). Si tratta di una tassa da 12,90 euro per le utenze business e di 5,16 per i privati, che risale al lontano 1995 e la cui abolizione è stata più volte annunciata in passato. In realtà, però, questa tassa riguarda gli abbonamenti e non le SIM ricaricabili.

Chi ha proposto la tassa sulle SIM?

Se tutti dicono di non volere la tassa sulle nuove SIM telefoniche business, resta un dubbio di fondo: chi ha fatto questa proposta? Le indiscrezioni circolanti in queste ore parlano di un vertice a quattro tra il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro e la viceministra Castelli. La proposta della nuova tassa sarebbe emersa nel corso di questo incontro. Tuttavia, il Ministero ha smentito che tale vertice si sia mai svolto.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963