Libero
TV PLAY

The Crown 6, è ora del gran finale: cosa aspettarsi

La prima parte di The Crown 6 è già disponibile su Netflix (e non sono mancate le polemiche). Ecco cosa aspettarsi dalla parte 2 e quando esce

The Crown Season 6 Fonte foto: Netflix

Mancano poche ore al debutto in streaming del finale di The Crown 6. La seconda parte della sesta stagione (ovvero gli episodi 5-10) arriva infatti su Netflix domani, 14 dicembre. Sarà la conclusione definitiva per la serie tv ideata e scritta da Peter Morgan che negli ultimi anni ha raccontato la vita della regina Elisabetta II e della famiglia reale inglese. Dal 2016, anno dell’uscita della prima stagione, The Crown ha vinto e ha ricevuto candidature per numerosi premi, tra cui 15 nomination ai BAFTA, 10 ai Golden Globe (di cui 4 vittorie), 69 agli Emmy (di cui più di 20 vittorie).

The Crown 6 – Parte 2: anticipazioni

Nella prima parte della sesta stagione è stata raccontata la morte di Diana Spencer. Nel nuovo ciclo di episodi gli spettatori ritroveranno dunque William ed Harry che fanno ancora i conti con la prematura morte della madre, mentre la monarchia affronta con qualche difficoltà l’opinione pubblica.

William in particolare cerca di reintegrarsi nella vita all’Eton College e poi all’Università di St Andrew’s, dove si prende una cotta per una delle studentesse più ambite del campus: Kate Middleton. Intanto la Principessa Margaret viene colpita da un ictus e, mentre la sua salute peggiora, ripensa con nostalgia e affetto alla serata segreta con la sorella durante la Giornata della Vittoria in Europa nel 1945.

Nei nuovi episodi verrà raccontato soprattutto l’amore tra William e Kate, ma anche il matrimonio di Carlo e Camilla. La regina Elisabetta (in questi episodi interpretata da Imelda Staunton) è invece vicina al suo Giubileo d’oro e riflette sul futuro della monarchia e sull’eredità del suo lungo regno.

Nella seconda parte di The Crown 6 il Principe William e il Principe Harry saranno interpretati rispettivamente dagli attori esordienti Ed McVey e Luther Ford, mentre Kate Middleton sarà interpretata da Meg Bellamy (anche lei al suo debutto in una serie).

Le polemiche su The Crown 6

La prima parte di The Crown 6 è stata accolta con qualche polemica e immancabilmente alcune delle persone coinvolte direttamente o indirettamente nella narrazione hanno tenuto a sottolineare che la serie di Morgan sta portando in scena una drammatizzazione, un prodotto di finzione, e non una ricostruzione storica o documentaristica.

Ad esempio, nei primi episodi della sesta stagione si suggerisce che dietro i primi incontri tra la principessa Diana (interpretata da Elizabeth Debicki) e Dodi Al-Fayed (Khalid Abdalla) ci sia la volontà del padre di lui, Mohamed Al-Fayed, che vuole ottenere la cittadinanza britannica. Michael Cole, ex portavoce di Al-Fayed (che è morto nell’estate 2023), in un’intervista ha sottolineato che si tratta di un’invenzione.

Le recensioni sulla prima parte di The Crown 6, specialmente quelle uscite sulla stampa britannica, sono state abbastanza fredde nei confronti degli episodi già disponibili su Netflix. Non tutti hanno apprezzato il modo in cui la figura di Diana è stata raccontata e molto criticata è stata soprattutto la scelta di fare apparire Lady D anche in forma di fantasma. In questo caso è ovvio che si tratta di un espediente narrativo irrealistico, ma anche altri eventi mostrati nella prima parte della stagione 6 sono in realtà frutto di una drammatizzazione fittizia e non sono mai avvenuti, o comunque non se ne può avere la certezza.

Ad esempio, stando alla biografa della Famiglia Reale, Sally Bedell Smith, la Principessa Margaret in realtà non fu presente alla festa di compleanno di Camilla e il Principe Carlo non le dedicò alcun brindisi romantico o particolarmente significativo. Non c’è certezza nemmeno sull’ultimo incontro tra Diana e Carlo: non è possibile sapere se la loro ultima conversazione sia stata davvero così distesa.

TAG: