matrix Fonte foto: Shutterstock
TV PLAY

The Matrix 4 è in arrivo con un nuovo nome e personaggi inaspettati

Dopo 22 anni dall’uscita del primo The Matrix la famosissima saga torna con un nuovo capitolo e la Warner Bros svela il titolo ufficiale

Era il 1999 quando il genere fantascienza accoglieva quello che per milioni di fan è un’icona del genere: The Matrix. Da allora, la pillola rossa e blu ha incantato e fatto riflettere tutta una generazione di nerd e non. Tra pochi mesi, sarà nuovamente The Matrix, con il quarto e "ultimo" capitolo di questa straordinaria saga cinematografica.

Il primo The Matrix uscì nelle sale cinematografiche di tutto il mondo 22 anni fa: il successo fu enorme. The Matrix vinse numerosi premi, tra cui quattro Oscar, ma quello che più sorprese fu il suo impatto culturale. Fin da allora diverse opere richiamano lo straordinario lavoro dei fratelli Andy e Larry Wachowski successivamente diventate Lilly e Lana Wachowski, dopo il cambio di sesso. L’originale Matrix incassò 495 milioni di dollari nel mondo e ancora oggi, malgrado i sequel Reloaded e Revolutions, rimane inarrivabile nel suo successo. La Warner Bros ha ufficializzato la data di uscita della pellicola per il 22 dicembre 2021 e ha definitivamente confermato il titolo: Matrix Resurrections.

Matrix Resurrections: la trama

Nel quarto capitolo di Matrix torneranno, dopo essere morti alla fine della trilogia iniziale, Neo, interpretato sempre dallo splendido Keanu Reeves e Trinity, che avrà ancora la grinta ed eleganza di Carrie-Anne Moss. Pochissime le notizie sulla trama di Resurrections. Reeves aveva dichiarato tempo fa che nel film ci sarebbe stata una "storia d’amore" facendo ben sperare per Neo e Trinity, ma nello stesso momento non si sarebbe tornati al passato.

Pochi fortunati hanno potuto dare uno sguardo alle prime immagini del film. Pare infatti che in una scena si vedrebbe uno psichiatra, interpretato da Neil Patrick Harris, parlare con Keanue Reeves che si interroga sullo stato di salute mentale. Un’altra scena descritta è quella in cui Trinity incontra Neo in un bar. Lei gli chiede se si fossero mai incontrati prima di quel momento; cosa assolutamente avvenuta fin dal primo Matrix, ma lui però le risponde di no. Qualcosa è accaduto, non si ricordano l’uno dell’altra. Cosa avrà creato Lana Wachowski per sorprenderci? Si vede anche un giovane Morpheus, interpretato da Yahya Abdul-Mateen II, new entry del cast.

Regia e obiettivi di Matrix Resurrections 

La regia di questo quarto capitolo della saga di fantascienza, che ha segnato una tappa fondamentale del genere, ha la mano di Lana Wachowski. La regista fin da subito ha dichiarato di voler dare al primo The Matrix, con questo nuovo Resurrections, un degno erede di successo. La Wachowski assieme ad Aleksander Hemon e David Mitchell hanno scritto la sceneggiatura originale di Matrix Resurrections.

Matrix Resurrections avrà un compito molto arduo: riprendere, senza deludere, l’entusiasmo iniziale dei fan del primo, vero Matrix. La brillantezza del primo capitolo, con riferimenti a religione, spiritualità, intelligenza artificiale e percezione della realtà, che hanno appassionato è mancata nei successivi due, per cui questa nuova pellicola avrà il compito di dare nuova linfa.

Dall’altro, sono passati 22 anni e Matrix 4, dovrà appassionare la nuova generazione. Trinity direbbe che quella strada già la conosciamo, sa dove ci porta, chissà, in questo Matrix Resurrections, dove saremo trasportati dal 22 dicembre, dopo l’uscita mondiale al cinema e sulla rete HBO.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963