APPLE

Touch ID non tornerà su un iPhone prima di questa data

Sono già arrivate, con grandissimo anticipo, le prime indiscrezioni sugli iPhone 14 del 2022. In arrivo il Touch ID, una vecchia conoscenza molto attesa dai fan

Non ci sarà alcun lettore di impronte digitali sugli iPhone prima di iPhone 14, la gamma che debutterà nel 2022. L’ultima serie di iPhone provvista di Touch ID è stata iPhone 8 del 2017, dopodiché, se si fa eccezione per l’ “economico" iPhone SE 2020, Apple ha puntato unicamente sullo sblocco sicuro con il volto che dalle parti di Cupertino chiamano Face ID.

Una soluzione quella del Face ID efficace e sicura, ma che in periodo di pandemia e mascherine obbligatorie pressoché ovunque ha mostrato i suoi limiti, ed in molti, compresa parte di coloro che l’hanno apprezzata da subito, hanno finito per rimpiangere il “vecchio" sblocco tramite impronte digitali, che almeno non sarebbe entrato in conflitto con le mascherine. Molti avrebbero preferito avere quindi un sistema di sblocco sicuro alternativo al Face ID qual è appunto il Touch ID, in modo da non essere obbligati a sbloccare l’iPhone inserendo il codice numerico a sei cifre ogni qualvolta si indossa la mascherina. Apple finora ha fatto orecchie da mercante, e secondo quanto suggeriscono le ultime indiscrezioni non ci sarà alcuno sblocco alternativo al Face ID prima del 2022.

Touch ID su iPhone, appuntamento al 2022

Portavoce dell’indiscrezione è Ming-Chi Kuo, secondo cui, appunto, il Touch ID sotto lo schermo dovrebbe arrivare al debutto con gli iPhone 14. Il noto analista non ha saputo indicare quali modelli della gamma avranno il Touch ID, se tutti o solamente una parte, ma l’idea diffusa è che il doppio sistema di autenticazione sarà parte delle caratteristiche degli iPhone Pro.

Si pensa infatti che Apple voglia tenere al livello più basso possibile i costi di produzione degli iPhone “economici" per non lasciare che i prezzi di schizzino troppo in alto, cosa che avverrebbe se i sistemi di sblocco fossero due, il Face ID e appunto il Touch ID. Per cui con ogni probabilità solamente iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max consentiranno di scegliere il metodo per sbloccare lo smartphone.

Ad ogni modo pare davvero avventato sbilanciarsi sull’una o sull’altra ipotesi, specie alla luce del fatto che gli iPhone 14 arriveranno nel 2022, ossia quasi tra un anno e mezzo. Vero è che la tecnologia viaggia su ritmi rapidi e produttori come Apple si portano ampiamente avanti con il lavoro di progettazione dei modelli più importanti, ma in un lasso di tempo relativamente ampio come quello che ci separa dagli iPhone 14 tutto può cambiare.

L’iPhone mini destinato a diventare maxi

Kuo ha pure aggiunto che iPhone 13 avrà anche una variante mini, la stessa di cui un paio di giorni fa si diceva l’opposto. Secondo l’analista, l’ultimo “iPhone mini" quindi sarà proprio il 13, poi nel 2022 Apple andrà in direzione contraria con un iPhone (relativamente) economico di dimensioni extra large con un display da 6,7 pollici.

Ha tracciato un’ipotesi anche sul prezzo entro cui Apple vorrebbe mantenersi, ossia la soglia dei 900 dollari negli USA per rispettare la quale questo iPhone 14 da 6,7 pollici rinuncerà ad una serie di funzionalità, come ad esempio il doppio sistema di sblocco. Inoltre Kuo pensa che iPhone 14 Pro e 14 Pro Max avranno delle fotocamere principali da 48 megapixel totalmente rinnovate. Ma c’è ancora tanto tempo per scoprire le reali intenzioni di Apple.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963