HOW TO

I trucchi che non conosci per difenderti dai call center

Per difendersi dalle chiamate dei call center bisogna conoscere anche alcuni trucchi molto semplice: ecco quali sono

Gli smartphone integrano sistemi sempre più avanzati per permettere agli utenti di difendersi dalle chiamate dei call center. Sia il sistema operativo Android sia iOS hanno integrato negli ultimi anni dei sistemi automatizzati che aiutano gli utenti a riconoscere le chiamate indesiderate. Nonostante l’aiuto dell’intelligenza artificiale, capita molto spesso di ricevere una telefonata del call center da un numero che il sistema automatizzato non riesce a riconoscere.

Cosa fare in questi casi? E come difendersi dalle trappole dei call center? Molti utenti non sanno che esistono dei trucchi molto semplici per non diventare vittime di truffe telefoniche e affini. Capita spesso di fare degli errori banali che poi si pagano a caro prezzo. Un esempio molto semplice: non bisogna mai rispondere con un “Sì” alle chiamate di numeri privati o che non si conoscono. Infatti, il “sì” può essere utilizzato nei nostri confronti per attivarci degli abbonamenti a pagamento oppure altri servizi che svuotano il conto della scheda SIM, oppure che ci obbligano a cambiare il gestore delle utenze casalinghe. Ecco alcuni consigli da seguire per difendersi dai call center.

Gli errori da non commettere quando si risponde a un call center

Ci sono dei consigli semplici e banali da mettere in atto quando si riceve la chiamata di un numero privato o che non si conosce. Molto spesso dietro a questi numeri si nascondono proprio i call center e quindi bisogna prevenire eventuali errori che si potrebbero commettere e che potrebbero costarci caro. Cosa bisogna fare, quindi? In primis non bisogna mai rispondere con un semplice “Sì” alle chiamate in arrivo da contatti non registrati sulla rubrica. Il semplice “Sì” potrebbe venire estrapolato dal resto della telefonata per attivare abbonamenti a servizi a pagamento. Oppure sottoscrivere un nuovo contratto per le utenze domestiche. Bisogna fare lo stesso anche nel caso in cui, dopo aver risposto, ci viene chiesto “Riesci a sentirmi?”. Anche in questo caso mai rispondere con un semplice “Sì”.

Inoltre, se notate di ricevere insistentemente delle chiamate dallo stesso numero telefonico, oltre a bloccarlo, inserite il vostro numero nel registro delle opposizioni. In questo modo dovreste essere eliminati dal database utilizzato dai call center per contattare le persone.

Come bloccare le chiamate dei call center

Gli smartphone Android e l’iPhone integrano dei sistemi di intelligenza artificiale che avvertono l’utente quando la chiamata in arrivo è da un numero sospetto, ma non sempre sono efficienti. Per questo motivo esistono altri strumenti che gli utenti devono e possono mettere in atto quando si risponde a un call center.

Se avete uno smartphone Android, il sistema migliore è quello di bloccare il numero di telefono della chiamata indesiderata che avete appena ricevuto. Come fare? Bisogna aprire l’app Telefono, premere sui tre puntini in verticale presenti di fianco al numero di telefono e dal menu che uscirà bisogna selezionare Blocca numero. In questo modo il contatto verrà inserito in una sorta di black list e non potrà più telefonarci.

Per chi ha un iPhone, la procedura da seguire è altrettanto semplice. Per bloccare un contatto bisogna accedere all’app Telefoni, poi nella sezione Recenti e premere sull’icona a forma di “I” presente di fianco al numero telefonico. Si aprirà una nuova schermata e in fondo si troverà la scritta “Blocca contatto“.

In alternativa è possibile utilizzare delle app di terze parti come ad esempio True Caller che permettono di riconoscere i numeri dei call center e di bloccarli in automatico.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963