TV PLAY

Tutto su Zero, la serie tv di Netflix che esplora la periferia milanese

Milano, i rider, gli invisibli, la musica trap: la serie tv scatta una fotografia alla metropoli lombarda e ci offre un intenso spaccato di realtà

Cosa c’entrano i manga giapponesi con un ragazzo nero nato a Milano? Questa è la domanda che dà l’avvio a Zero, il nuovo progetto di Netflix Italia. Zero è la serie tv italiana disponibile sulla piattaforma di streaming a partire dal 21 aprile, sia in Italia che in altri 190 Paesi del mondo.

Nella semplice domanda, che il protagonista Omar pone allo spettatore nelle prime puntate, sono racchiuse le principali tematiche di Zero, un progetto destinato a rimanere nella storia della tv nel nostro Paese. Infatti, si tratta della prima serie in cui i protagonisti sono interpretati da giovani attori italiani neri. Il pubblico imparerà a conoscerli e si affezionerà puntata dopo puntata. Ma questa è anche una serie che fotografa ciò che succede nella periferia milanese, lontano dal blasonato centro-città, a rappresentanza di tutte le periferie italiane, luoghi invisibili, di cui non si sente parlare spesso nei tg, e anche per questo motivo diventa importante raccontarle. Il progetto è liberamente tratto dal romanzo di Antonio Dikele Distefano intitolato "Non ho mai avuto la mia età".

Perché guardare la serie tv Zero: i temi principali

La prima stagione di Zero racchiude davvero tante tematiche, molte delle quali lasciate in sospeso, che sicuramente verranno approfondite nella seconda stagione.

Il protagonista della storia è Omar, un ragazzo che vive nella periferia di Milano insieme al padre e alla sorella. Il quartiere in cui è cresciuto rischia però di essere eliminato a causa dell’arrivo di una nuova agenzia immobiliare che vuole creare un nuovo centro residenziale, costringendo la comunità a spostarsi. Omar, insieme ai suoi amici, lotterà per impedire il trasferimento di tutte le famiglie.

Si tratta della prima serie italiana in cui i personaggi principali sono tutti ragazzi neri italiani. Ecco attori e personaggi appartenenti al cast:

  • Giuseppe Dave Seke è Zero/Omar
  • Haroun Fall è Sharif
  • Richard Dylan Magon è Momo
  • Daniela Scattolin è Sara
  • Madior Fall è Inno
  • Virgina Diop è Awa
  • Beatrice Grannò è Anna
  • Alex Van Damme è Thierno
  • Frank Crudele è Sandokan
  • Giordano de Plano è Ricci
  • Ashai Lombardo Arop è Marieme
  • Roberta Mattei è La Vergine
  • Miguel Gobbo Diaz è Rico
  • Livio Kone è Honey

Sullo sfondo una Milano che corre veloce e che quasi non nota ciò che succede fuori dal centro. Omar fa il rider, consegna le pizze a domicilio a bordo, vede ogni giorno centinaia di persone ma poche lo considerano davvero. Fino a quando, un giorno si ritrova davanti a una ragazza di nome Anna, ed ecco il colpo di fulmine. Ma quello sarà fin da subito un amore difficile da gestire, anche perché i due appartengono a due realtà completamente diverse.

C’è poi l’amicizia, quella di Zero con gli altri ragazzi del quartiere, che insieme lottano per portare giustizia e farsi rispettare. Ma questa è anche una serie fantascientifica. Abbiamo detto che Omar si sente quasi invisibile a volte e ben presto scopre che l’invisibilità è il suo super potere. Così, una debolezza si trasforma in un punto di forza da gestire a proprio vantaggio. Sullo sfondo tanti nemici, alcuni addirittura coinvolti nel misterioso passato della famiglia di Omar. Insomma, i temi sono davvero tanti e spesso si ha l’impressione che ci sia tanta carne al fuoco. Ecco perché l’arrivo di una seconda stagione è piuttosto scontato.

Zero, il superhero della periferia milanese

Milano è sicuramente tra le protagoniste della serie tv: non è semplicemente il luogo d’ambientazione, ma una città con mille sfumature e contraddizioni.

Viene raccontata in diversi modi: attraverso riprese dall’alto, immagini e panoramiche. Omar mentre lavora come rider sfreccia davanti al Duomo e nei quartieri più famosi. Ma viene raccontata anche la Milano multietnica. Per perfezionare il tutto, non può mancare la musica. La colonna sonora della serie infatti è un bellissimo mix che affianca i Maneskin a Tommaso Paradiso, fino a Marracash e Mahmood. I due rapper hanno anche scritto delle canzoni appositamente per la serie tv.

Insomma, la serie tv Zero è un prodotto ricco di spunti, da godersi anche in pochi giorni con i suoi 10 episodi. Non rimane che guardare la prima stagione su Netflix.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963