whatsapp Fonte foto: AlexandraPopova / Shutterstock.com
TECH NEWS

WhatsApp, SMS addio. L'autenticazione avverrà nell'app

Presto si potranno ricevere i codici di un’app direttamente su WhatsApp. La nuova funzione contribuirà alla scomparsa degli SMS? Ecco in cosa consiste

2 Maggio 2019 - Ti ricordi quando gli SMS erano l’unico modo per inviare messaggi ai tuoi amici e parenti? Con la diffusione dei dispositivi mobili, gli utenti che utilizzano gli SMS sono diventati una specie rara, prossima all’estinzione. Colpa anche delle piattaforme di messaggistica come WhatsApp, che permettono di inviare messaggi di testo (e non solo) ai propri amici gratis.

E, con l’ultima novità in arrivo all’interno dell’app di messaggistica di proprietà di Mark Zuckerberg, le cose potrebbero ulteriormente peggiorare. Nel nuovo SDK (la piattaforma di sviluppo software utilizzata dai programmatori per implementare nuove funzioni in WhatsApp) è possibile trasformare WhatsApp in un’app per l’autenticazione a due fattori. Ovviamente, l’app di messaggistica non sfornerà codici “monouso”, ma potrà essere utilizzata per ricevere codici al posto degli SMS. Insomma, l’ennesimo colpo agli SMS, che potrebbero ben presto sparire.

WhatsApp sostituirà gli SMS: ecco come

WhatsApp ha compiuto da pochi mesi i suoi primi dieci anni: sembrano pochi, ma la strada fatta è tanta. Tra le più grandi conquiste c’è quella di aver praticamente rubato lo scettro agli SMS, che fino a circa un decennio fa erano i più usati per inviare e ricevere messaggi di testo.

Ora l’app di messaggistica si prepara a sfoderare il colpo di grazia. Gli SMS infatti sono ancora usati dai vari servizi web per inviare e ricevere i codici di autenticazione, quelle brevi stringhe numeriche richieste per la verifica in due passaggi. Ma ora l’applicazione di Zuckerberg sta per introdurre una grossa funzione. La novità è stata confermata sul sito internet Facebook Developers da Calvin Mak. Con il nuovo SDK permetterà di ricevere su WhatsApp i codici di verifica da usare per certificare la propria identità sulle applicazioni. Naturalmente l’opzione degli SMS rimarrà attiva, ma sarà solo un’alternativa, utile soprattutto a chi magari non dispone di una connessione (raro ma possibile) o è ancora affezionato ai vecchi metodi.

Come funzionerà l’opzione WhatsApp?

Nel sito ufficiale dell’app di messaggistica sono state diffuse alcune immagini della nuova funzionalità disponibile per gli sviluppatori. Il processo sarà molto semplice: una volta inserito il proprio numero telefonico nella schermata iniziale dell’applicazione, gli utenti avranno diverse opzioni. Tra queste apparirà la possibilità di usare il classico SMS oppure quella di sfruttare WhatsApp. Dopo aver scelto il canale, riceveranno lì il codice. I pulsanti quindi saranno ben distinti tra loro ma l’obiettivo sarà quello di permettere all’utente di accedere alle applicazioni e dimostrare di essere il reale possessore di quel numero di telefono.