Libero
xiaomi mi mix fold Fonte foto: Xiaomi
ANDROID

Xiaomi prepara un nuovo smartphone pieghevole per battere ancora Samsung

Le ultime indiscrezioni su Xiaomi parlano di una revisione del pieghevole lanciato a inizio 2021. Obiettivo? Dare fastidio a Samsung Galaxy Z Fold3

Il segmento degli smartphone pieghevoli inaugurato qualche anno fa da Samsung e Huawei si avvia verso un’età dell’oro, spinto dal grado di maturità delle proposte che si affacciano adesso sui mercati – più solidi che in passato – e dai prezzi che, grazie alle economie di scala, si stanno adagiando su livelli più “umani".

Xiaomi si è lanciata sul nuovo che avanza all’inizio di quest’anno, precisamente a marzo, quando ufficializzava il suo primo pieghevole in assoluto, Mi Mix Fold. Un prodotto che ha affascinato parecchio i fan ma che, per ragioni di fatto sconosciute, non è mai arrivato dalle nostre parti. Xiaomi però, rinvigorita dagli ottimi risultati commerciali dell’ultimo periodo, avrebbe in cantiere il successore, che non si chiamerà Mix Fold 2 perché non sarà un prodotto del tutto nuovo ma una revisione oculata del progetto esistente. E chissà che non sia la volta buona affinché Xiaomi renda disponibile il suo pieghevole anche fuori dai confini cinesi.

Cosa attendersi dal successore di Xiaomi Mi Mix Fold

Secondo le indiscrezioni provenienti dalla Cina, il successore di Xiaomi Mi Mix Fold avrà degli aggiornamenti in diversi aspetti cruciali per un prodotto moderno.

In primis è atteso un incremento rilevante alla frequenza di aggiornamento dei display: lo schermo interno passerebbe a 90 Hz dagli attuali 60 Hz, quello esterno da 90 Hz a 120 Hz, e la differenza durante l’uso, specie su pannelli così estesi (8 pollici quello interno, 6,52 pollici l’altro) potrebbe non essere trascurabile.

Proprio il pannello flessibile OLED interno potrebbe ospitare una novità rilevante, ossia la fotocamera sotto lo schermo, su cui Xiaomi ha già esperienza grazie a Mix 4. È rilevante per almeno due ragioni. La prima, più importante, è che l’attuale Xiaomi Mi Mix Fold non possiede una fotocamera che consente di videochiamare utilizzando il display interno. La seconda, di contorno, è che in un dispositivo che sa di futuro come un pieghevole, la presenza di una fotocamera sotto il display accrescerebbe questa sensazione.

Infine due novità per batteria e ricarica rapida. La prima passerebbe dagli attuali 5.020 mAh a 5.000 mAh, ma allo stesso tempo la ricarica rapida verrebbe potenziata a 120 watt dagli attuali 67 W.

La “partita" della disponibilità

Xiaomi Mi Mix Fold, com’è noto, non è mai arrivato in Europa (e se è per questo neanche in USA). Tuttavia le modifiche previste adesso dai rumor fanno pensare che Xiaomi abbia approcciato la revisione con l’intenzione di fornire ai clienti un’alternativa più credibile al prodotto che domina il mercato, ossia Galaxy Z Fold3.

Possibile che Xiaomi si sia resa conto a marzo che con Mi Mix Fold non avrebbe potuto attaccare il pieghevole di Samsung, quindi magari potrebbe aver deciso di evitare i costi logistici e di marketing di una commercializzazione all’estero per sostenerli poi al momento opportuno.

A leggere le anticipazioni dei rumor, il successore di Xiaomi Mi Mix Fold potrebbe essere un avversario più temibile per Galaxy Z Fold3, e di conseguenza l’azienda di Pechino potrebbe pensare di renderlo disponibile anche sui mercati internazionali. Chissà. Del resto, sperare non costa nulla.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963